​Il Corato è giunto ad Ancona con il duo di allenatori Cataldo Piccolomo e Roberto Strippoli e con i giocatori

I coratini alla “Festa del Rugby” di Ancona

Per i ragazzi del Rugby Corato è stata la prima competizione in un contesto nazionale in cui si è partecipato con l’intera squadra del Corato e non in una selezione regionale

Altri Sport
Corato domenica 29 ottobre 2017
di La Redazione
Rugby Corato
Rugby Corato © n.c.

Si è appena conclusa la “Festa del Rugby” di Ancona organizzata dalla Federazione Italiana Rugby, la partecipazione era riservata alle formazioni giovanili che nella stagione sportiva 2016/2017 hanno disputato un numero prestabilito di partite. La manifestazione ha visto la partecipazione di 1600 ragazzi provenienti da tutta Italia, ciascuna squadra ha preso parte a partite sette contro sette.

Per i ragazzi del Rugby Corato è stata la prima competizione in un contesto nazionale in cui si è partecipato con l’intera squadra del Corato e non in una selezione regionale.

Il Corato è giunto ad Ancona con il duo di allenatori Cataldo Piccolomo e Roberto Strippoli e con i giocatori Andrea Albanese, Antonio D'imperio, Carlo Marchese, Nicholas Marzano, Davide Quercia, Leonardo Saragaglia, Davide Scaringella, Francesco Gallo, Paolo Di Gioia e Antonio Bove.

Nel primo giorno di gare il Corato ha vinto il proprio girone battendo i marchigiani dello Jesi e i campani del Benevento. Sabato nel girone composto dalle vincenti dei gironi del giorno precedente i coratini hanno giocato due gare: una sconfitta contro il Fabriano ed una vittoria nella quarta e conclusiva gara.

Per i ragazzi tre vittorie e una sconfitta e una esperienza in una competizione nuova e formativa. Intanto il resto della formazione under 14 si è allenata regolarmente a Corato sabato pomeriggio in vista dei prossimi appuntamenti.

Si prosegue la divulgazione del gioco del rugby a Corato, nonostante negli ultimi tempi si è toccata con mano la realtà di come i tempi non siano ancora maturi per una attività sportiva di pari dignità rispetto agli altri sport.

I risultati come quelli ottenuti in questa manifestazione sono frutto dell’impegno di gente che non si rassegna alla mancanza di un campo regolamentare da rugby nella propria città, andando avanti in campi privati ristretti nelle dimensioni rispetto ad un campo da gara come quello di Ancona o delle gare ufficiali sui campi delle altre squadre pugliesi. Non ci si può fermare di fronte alla constatazione che a Corato un manto erboso sia considerato più importante degli sportivi che ci giocano sopra.

Così come per le giovanili anche i seniores sono costretti a disputare le gare ufficiali fuori da Corato.

Questa domenica esordisce “in casa” la formazione seniores nella terza giornata del campionato di Serie C2. Con l’Amatori Taranto si gioca a Trani sul campo privato della Polisportiva Ponte Lama alle ore 15.00.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Antonio Vilella ha scritto il 29 ottobre 2017 alle 07:36 :

    Bravo Andrea e bravi tutti. Ricordatevi sempre che lo sport unisce e mai divide. Continuate così. Rispondi a Antonio Vilella

  • Luigi Bove ha scritto il 29 ottobre 2017 alle 06:47 :

    Questo squadra é proprio forte..... Bravissimi Rispondi a Luigi Bove

Le più commentate
Le più lette