Perché torturarsi con gli apparecchi dentali metallici?

Oggi un trattamento ortodontico può essere affrontato dal paziente con grande serenità, in quanto non è più necessario sottoporsi a terapie con apparecchiature fisse

Dr. Michele Di Cosola Medico chirurgo e odontoiatra, specialista in chirurgia maxillo-facciale, docente universitario
Corato - venerdì 12 febbraio 2016
© n.c.

Fino a qualche tempo fa i pazienti che volevano effettuare un trattamento ortodontico erano costretti ad affrontare, per un periodo della loro vita, una serie di disagi cui le apparecchiature ortodontiche fisse li sottoponevano. Il paradosso era che per ottenere un miglioramento estetico, riallineando i denti e migliorando il sorriso, bisognava sottoporsi ad un periodo - della durata variabile dai 12 ai 24 mesi - di inestetismo e di discomfort con un’apparecchiatura fissa, metallica, antiestetica e molto scomoda.

Oggi, invece, un trattamento ortodontico può essere affrontato dal paziente con grande serenità, in quanto non è più necessario sottoporsi a terapie con apparecchiature fisse. Attualmente le nuove frontiere dell’ortodonzia permettono di riallineare i denti utilizzando degli allineatori trasparenti, che consentono di effettuare il trattamento senza i disagi dell’apparecchio fisso. Niente più ferretti infernali con relativi problemi estetici, difficoltà nell’igiene orale e nessuna irritazione o lesione a carico di mucose o gengive.

Durante il trattamento ortodontico il paziente potrà avere sempre il piacere di sorridere non dovendosi più preoccupare di mostrare una apparecchiatura metallica e le persone con cui si relazionerà non si accorgeranno di nulla.

L’apparecchio Invisalign è costituito da una serie di allineatori trasparenti che vengono realizzati su misura per ogni paziente. Il numero degli allineatori da utilizzare varia in funzione della malocclusione e ogni allineatore deve essere utilizzato per 22 ore nell’arco della giornata, togliendolo dalla bocca solo per mangiare e lavarsi i denti. Ogni due settimane gli allineatori superiore e inferiore vengono sostituti e ciò consente un graduale e costante movimento dei denti. Mediamente un allineatore permette uno spostamento di 0,2 mm.; per ottenere uno spostamento dentale di 2 mm. sono dunque necessari 10 allineatori.

La programmazione del trattamento ortodontico viene effettuata negli Stati Uniti dove, attraverso un processo computerizzato, viene prima ricostruita tridimensionalmente la bocca del paziente e successivamente realizzato lo spostamento virtuale dei denti. Questa procedura si chiama ClinCheck e consente di poter visionare sul computer il trattamento ortodontico.

Lo specialista può così valutare in maniera appropriata ed esauriente la terapia ed apportare anche eventuali modifiche o correzioni. Per il paziente rappresenta invece un utile strumento per poter apprezzare lo spostamento dei denti e valutare così il risultato estetico finale.

Esistono numerosi luoghi comuni sull’apparecchiatura Invisalign: uno di questi è legato alla difficoltà di effettuare trattamenti ortodontici complessi. Oggi, dopo più di dieci anni dalla nascita di Invisalign e dopo migliaia di casi trattati in tutto il mondo, si può affermare che sono veramente rari i pazienti che non possono usufruire dei vantaggi di un trattamento invisibile.

Tutto ciò sta facendo sì che Invisalign diventi il più importante mezzo terapeutico per gli ortodontisti e che si possa tranquillamente affermare che finalmente è nata l’ortodonzia del terzo millennio: semplice, per tutti e priva di disagi.

Più di tre milioni di pazienti lo hanno già scelto. Tuttavia è bene puntualizzare che come tutte le cose di successo questa metodica è molto imitata. Esistono infatti allineatori trasparenti di altre aziende ispirati alla metodica Invisalign.

Inutile precisare che chi ha sviluppato e ideato questa tecnologia - insieme ai clinici abilitati al suo impiego - può offrire soluzioni più professionali rispetto agli imitatori. Come sempre consiglio ai miei pazienti e lettori di informarsi continuamente sulle cure che intendono affrontare attraverso i canali istituzionali di categoria, scegliere sempre prodotti che abbiano superato i severi controlli della Food and Drug Administration (FDA) americana oltre che del Ministero della Salute Italiano, ma soprattutto consiglio di affidarsi alle cure di professionisti noti ed accreditati. Maggiori informazioni, casi clinici e testimonianze su www.micheledicosola.it


Contatti

Email: specialistmdc@gmail.com

Via Acquaviva, 4 Ruvo di Puglia

Tel. 0808490001

Informazioni mediche a cura dell'autore.

Altri articoli
Gli articoli più letti