Social

Corato - lunedì 12 ottobre 2015 Articolo

Vista, importante la prevenzione fin da bambini

Ancora oggi sono pochi i bambini che vengono sottoposti al controllo della vista e invece è importante intervenire fin dall’infanzia

a cura: Ottico Nicola Iurino

Dati allarmanti arrivano da un’iniziativa promossa dalla Commissione difesa vista, da cui è emerso che il 60% dei bambini non ha mai effettuato una visita oculistica e che ben il 30% ha evidenziato problemi.

Sembrerebbe che la cultura della prevenzione stenti ancora a diffondersi.

Quali sono i difetti della vista più comuni nell’infanzia?

Molti bambini presentano difetti visivi che possono ridurre la capacità visiva di uno o di entrambi gli occhi. I difetti più comuni sono:

- lo strabismo (occhi "storti");

- l’ambliopia (occhio "pigro");

- i vizi di refrazione (cioè la visione non nitida) che possono essere miopia, ipermetropia o astigmatismo.

È importante far controllare il bambino al compimento del primo anno e  prima che cominci la scuola.                                             
Fondamentale è far comprendere agli adulti/genitori l’importanza di una corretta prevenzione oculare, che si traduce in una migliore qualità della vita dei propri figli.

Non molti sanno infatti, come è emerso dai dati Oms, che un ritardo o mancato intervento in termini di prevenzione e riabilitazione visiva porterà, nel 2020, al doppio del numero dei ciechi e degli ipovedenti, che ad oggi sono milioni.

È sempre l’Oms a ricordare come in otto casi su dieci la disabilità visiva potrebbe essere evitata.

Per la TV e il PC
La televisione e il computer sono ormai diventati indispensabili nella vita dei piccoli, ma meritano un discorso a parte.

Innanzitutto, è sempre meglio evitare che i bambini passino tanto tempo davanti agli schermi perché potrebbe rivelarsi una minaccia per la salute degli occhi.

Il rischio è che la vista si concentri solamente sul video e ciò non aiuta a sviluppare il senso della profondità e del movimento negli occhi dei bambini che imparano a mettere a fuoco solo le immagini a breve distanza. Inoltre, potrebbe verificarsi una riduzione del film lacrimale, una sostanza che protegge gli occhi dagli arrossamenti e dalle irritazioni, con il conseguente impigrimento della vista e l’obbligo di portare gli occhiali.

Si consiglia, in particolar modo quando si guarda la tv, di mettere i bambini a una distanza pari a sette volte la grandezza dello schermo e di lasciare sempre una lampada accesa verso il soffitto per attenuare il contrasto con le immagini televisive.


Contatti

Telefono 080 898 4309



Informazione pubblicitaria a cura dell'inserzionista.


Hai bisogno di informazioni? Non esitare clicca sul pulsante accanto e invia un'email Clicca qui »

In collaborazione con
Chiudi Non visualizzare di nuovo