Emigranti 2008... e Corato?

Corato - venerdì 22 febbraio 2008
Emigranti 2008... e Corato?
Emigranti 2008... e Corato? © n.c.
Cari Amici, eccoci ritrovati per un nuovo momento di confronto.

Qualche giorno fa leggevo un articolo su un noto quotidiano nazionale, il tema era “Emigranti 2008…ve li ricordate gli Italiani con la valigia di cartone raccontati da film come Rocco e i suoi fratelli, che dal sud andavano al nord? E oggi?”

Il servizio continuava raccontando come è cambiato il livello di emigrazione, puntando soprattutto su cosa cercano oggi coloro che si spostano verso “il nord”, così come all’estero.

Emerge chiaramente che a lasciare la terra di origine sono i ragazzi con un livello scolastico alto, in cerca di opportunità di crescita - professionale, sociale e culturale – che vengono offerte loro senza la mediazione delle “conoscenze”.

Sono le stesse ragioni per le quali io ho lasciato Corato, ormai un bel po’ di anni fa. E’ accaduto proprio questo, come già raccontavo nel mio primo intervento all’interno di questa rubrica, avevo bisogno di crescere, confrontandomi con il Mondo.

Allora mi chiedo: cosa accade oggi nella mia cittadina?

Sta finalmente nascendo quella rete di possibilità di cui tanto si parla ormai da decenni, che consente ai ragazzi di non lasciare la propria terra, vedendo comunque concretizzarsi i sogni legittimi di una realizzazione personale?

Spero di sì, mi piacerebbe approfondire il tema ma ovviamente mi mancano i dati e non sono certo un sociologo!

Mi arrivano invece, attraverso i miei Amici e la mia Famiglia, notizie di cui andare fieri e che riguardano giovani “Quaratins” che fanno parlare positivamente di sé in giro per l’Italia e per il Mondo.

Penso per esempio ad una giovane attrice, di cui non cito il nome per correttezza, ma di cui avrete sicuramente visto l’ultimo lavoro cinematografico (che penso sia in proiezione a Corato proprio in questi giorni), così come penso a quella giovane ragazza, di cui ha parlato tempo fa anche Coratolive, che è entrata, non senza emozione, nel mondo economico/finanziario statunitense.

E allora dico a me stessa…saremo anche Emigranti (perché tali restiamo nel cuore!) … ma sai le soddisfazioni! Un caro saluto alla mia Corato!
Altri articoli
Gli articoli più letti