Corato attraverso gli occhi di un “emigrante”

La rubrica, questa volta, si sofferma su uno degli ultimi avvenimenti coratini, l'elezione del Consiglio Comunale dei ragazzi.

Corato - venerdì 25 gennaio 2008
Corato attraverso gli occhi di un “emigrante”
Corato attraverso gli occhi di un “emigrante” © n.c.
Bando alla nostalgia ragazzi! Proviamo a dare alla rubrica una sferzata di energia!

Avevamo iniziato con le mie “rimembranze” alle quali aveva fatto seguito l’intervento di Angela che attualmente vive a Trieste. Entrambe abbiamo comunque la fortuna di avere contatti forti a Corato e dintorni, Famiglia ed Amici, i legami sono dunque saldi!

Mi piace comunque ricordare ai lettori che lo scopo di “Quaratins” è quello, forse ambizioso, di creare una rete fra gli amici “emigranti”, vicini e lontani, con la voglia di scambiarsi sia emozioni legate alle proprie radici comuni che esperienze di vita attuali e, perché no, opinioni su quello che sta accadendo nella nostra Corato, filtrato attraverso le voci degli amici o attraverso ciò che leggiamo su Coratolive!

Proviamo per esempio ad osservare dall’esterno gli ultimi eventi di rilievo!

Accanto alle primarie per i candidati alla Presidenza degli U.S.A., parallelamente alle annose vicende politiche del nostro Governo…ci sono state le Elezioni Amministrative a Corato!

Anche se la mia residenza è ormai altrove, ho comunque seguito l’evento, per quanto consentito dalla distanza, notando con piacere quanto anche il Portale oggi mette in rilievo: l’ingresso significativo dei ragazzi nel Consiglio Comunale e la loro partecipazione attiva alla vita della Città, bravi!

E qui mi torna in mente (provo a non peccare di nostalgia!) la mia vita da adolescente fra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, quando anch’io ho vissuto l’esperienza stimolante del “presentarsi in una lista”, condividere con i tuoi coetanei, nel quotidiano, gli ideali in cui credi e provare….a raccogliere voti!!! Che fatica!!!

Auguro quindi ai ragazzi che sono in Consiglio di vivere con lo stesso entusiasmo e con il disincanto dei loro anni l’esperienza che hanno davanti e …credeteci!

Intanto aspetto fiduciosa gli interventi dei miei amici conterranei!
Altri articoli
Gli articoli più letti