I primi passi

Queste righe trasudano nostalgia ma anche Ricchezza e Forza, legate alle proprie Radici.

Corato - venerdì 02 novembre 2007
I primi passi
I primi passi © n.c.

Ho lasciato Corato nel 1988.

La mia Terra non mi consentiva di massimizzare i sacrifici legati agli studi universitari e così ho accettato una proposta di lavoro “al Nord”… ho capito qualche anno dopo che questo era solo un semplice, sincero e soprattutto credibile pretesto!

Avevo bisogno di crescere, confrontandomi con il Mondo.

Ho così cominciato a viaggiare, per lavoro e per piacere, attraverso i vari Continenti, alla ricerca perenne di Conoscenza ed Equilibrio (ovviamente mai raggiunti!).

Ora vivo a Roma…e continuo a viaggiare.

Essendo l’unica “emigrante” in famiglia, almeno nelle ultime due generazioni, tutti i miei Parenti sono a Corato, così come a Corato e dintorni sono i miei Amici più cari che non sono mai partiti (per lavoro) o che sono poi tornati.

Questa è per me una fortuna! I legami con la mia Terra sono rimasti intatti, anzi si rinsaldano ad ogni mio ritorno.

Come scrivevo tempo fa al mio Compagno di Scuola Dino Patruno (sì proprio lui!!! l’Autore della rubrica Montagnola’s Corner), grazie a mia sorella (mitica Ermix!) ho scoperto il Portale, o meglio la “Testata Giornalistica” CoratoLive.it complimenti! Bella grafica, ricchezza di contenuti, eleganza dei testi e soprattutto… originalità delle rubriche!

E così, accedere al Portale, mi fa sentire come quando arrivo a casa (a Corato, l’unica “casa dell’anima”): un po’ nostalgica, un po’ sradicata, un po’ nomade, come in fondo sono sempre stata. Ultimamente ci torno più spesso, Corato sta diventando più bella, mi sembra sia in corso una buona operazione di restyling che spero vada oltre il “primo strato di pelle”.

Ogni volta che arrivo, come fosse la prima volta, giro per i vicoli, alla ricerca di ricordi, emozioni, profumi, immagini.

Raggiungo la Piazza del Pesce passando per via Roma, guardo le finestre del vecchio Liceo A.Oriani - che bella la ricreazione con “fuga alla Montagnola”! -, vado a pregare nella “Chiesa Matrice” (basta, mi sto emozionando troppo!)…ultimamente ho comprato la piccola casa dei miei Nonni, scomparsi entrambi, ma così presenti nei miei ricordi più cari.

Per fortuna la casa è in via Tirolo, così vicina all’anima storica della cittadina, ne farò un ritiro “solo mio”.

Lo so, queste righe trasudano nostalgia ma anche Ricchezza e Forza, legate alle proprie Radici.

Con amore saluto i miei amici conterranei, siano essi in giro per il mondo oppure orgogliosamente legati alla quotidianità della nostra Corato!

Altri articoli
Gli articoli più letti