I delfini: famiglie unite

Pensando al tema dell’articolo di questo mese mi ha emozionato l’idea di poter parlare dei delfini, tra i più bei mammiferi acquatici.

Corato - venerdì 24 novembre 2006
I delfini: famiglie unite
I delfini: famiglie unite © n.c.
Pensando al tema dell’articolo di questo mese mi ha emozionato l’idea di poter parlare dei delfini, tra i più bei mammiferi acquatici.

Di indole affettuosa, intelligenti , amici dell’uomo i delfini amano scambiarsi carezze e amichevoli colpetti di rostro. Il contatto fisico sembra che abbia un ruolo fondamentale nella coesione del gruppo.

Li ho visti pochissime volte in vita mia ma ogni volta mi hanno suscitato delle emozioni molto intense. Recentemente ho seguito un documentario che mi ha davvero sconvolto in positivo .

Si parlava di questi splendidi animali che accompagnano le barche saltando tra le onde, capaci di giocare coi bambini in prossimità delle spiagge, che si tuffano con i sub esplorando i fondali marini, che salvano i nuotatori in difficoltà e che partecipano persino a missioni militari. Manca loro solo la parola, ma grazie alle ricerche degli scienziati, il loro linguaggio potrà ben presto anche essere decifrato .

Per il momento possono solo esprimere con i gesti la loro grande umanità…e un gruppo di ricercatori ha filmato scorci del loro senso della morte, del rispetto e della famiglia.

I delfini vivono e si spostano in gruppo formando grossi branchi quelli d’alto mare, mentre quelli costieri preferiscono vivere in famiglie composte da una quindicina di membri spesso imparentati tra loro. Nel documentario si riprendeva lo svolgersi del funerale di un cucciolo di delfino che veniva trasportato a fior d’acqua sul dorso della madre mentre tutti gli altri membri della famiglia la seguivano a volte affiancandosi in un nuoto fatto di movimenti lentissimi. Il funerale è durato tre giorni perché la mamma non si arrendeva all’unica decisione possibile di lasciar scivolare da se e per sempre suo figlio .

Tre giorni di lutto senza cibo, senza riposo senza giochi per salutare chi non ce l’ha fatta. Non posso far a meno di pensare a che grandi belle persone sono i veri animali!
Altri articoli
Gli articoli più letti