Orme sull’asfalto

L’albero di questa rubrica è cresciuto dallo scorso gennaio!

Simona Musio La casa e l'albero
Corato - venerdì 27 ottobre 2006
Orme sull’asfalto
Orme sull’asfalto © n.c.
L’albero di questa rubrica è cresciuto dallo scorso anno!

Partendo da una analogia con l’albero abbiamo fin qui esplorato la materia e la forma dell’edificio come riparo, come “nido” confortevole.

Resta da approfondire il dialogo della casa con l’albero, scoprire come il costruito si relaziona con la città e il territorio: come si intessono le strade della città, come cambiano nel tempo, e quanto tutto questo si intreccia con l’attualità e i modi di vivere. La città non come semplice somma di edifici e spazi funzionali, ma come complesso sistema di luoghi, ambienti, simboli.

In quanto coratini, il nostro riferimento privilegiato è Corato.

Indipendentemente da dove si vada e da dove si parta, si tende a mettere a confronto viaggi ed esperienze con una città di partenza che diventa una sorta di archetipo.
Per leggerlo, interpretarlo, renderlo dinamico, si mettono in moto riferimenti diversi nel tempo e nello spazio.

Cosa ci fa sentire “a casa”? Cosa riconosciamo di nostro nelle città che visitiamo e come questo cambia la nostra idea di città? Quanto ci riconosciamo nella nostra città? In che misura le idee, aspettative, attività dei cittadini fanno la città fisica e in che misura invece è la città ad influire sul modo di vivere?

Per indagare questi aspetti lancerò dei “segnali” non certo esaustivi e non sempre espliciti.

Le vostre provocazioni potrebbero suggerire piacevoli percorsi inattesi.  Scrivete a simona.musio@coratolive.it