Luana Lamparelli Ars artis Leggi tutti gli articoli

La Rubrica

Ars artis, ovvero l’arte dell’arte.

Nato da un’idea maturata nell’autrice a seguito delle molteplici conoscenze ed esperienze con cui entra costantemente in contatto, questo spazio si propone come interfaccia dinamica tra spettatori e attori della scena artistica e culturale, come canale di promozione e sensibilizzazione, divulgazione e approfondimento.

Una  rubrica per i più curiosi e per i più attenti ed esigenti,  che si colloca nel panorama degli appuntamenti fissi anche come strumento per farsi conoscere, per i talenti emergenti, e per mantenere il contatto col pubblico, per i più popolari e prestigiosi.  Di volta in volta, senza alcuna anticipazione, i contenuti presentati al lettore cambieranno: ogni appuntamento sarà diverso dal precedente, passando dalla fotografia alla musica, dal cinema al teatro, dalla scrittura alla pittura.

Puntualmente Luana Lamparelli incontrerà per noi i protagonisti del mondo  artistico e culturale: musicisti, attori, registi, scrittori, fotografi, pittori, ma anche gente di tutti i giorni che fornisce il proprio contributo all’impegno sociale e culturale attraverso le molteplici forme espressive e i diversi codici linguistici, nella pluralità dei contesti socio-culturali. A parlare e raccontare saranno direttamente loro: gli artisti così come gli ideatori di progetti innovativi, del nostro territorio e non solo.

Molte le realtà e le personalità che in questo modo si potranno conoscere da vicino, attraverso interviste a tu per tu che ci consentiranno di scoprire anche le persone che i protagonisti sono nella vita di tutti i giorni.

L'Autore

Luana Lamparelli è educatrice professionale e scrittrice. Dopo la tesi di laurea sperimentale centrata sulla disabilità della vista e la cecità, lavora nel settore di pertinenza con diverse istituzioni nazionali.

Accanto alla passione per la propria professione, nutre quella per la scrittura, da sempre coltivata senza sosta. Il suo esordio letterario avviene nel 2011, quando scrive un testo autobiografico, Leggo un nome: Chernobyl, per la manifestazione a favore del disarmo nucleare organizzata da associazioni nazionali sensibili al tema e dal Comune di Molfetta. Il testo riscuote successo ed è pubblicato su diverse testate giornalistiche.

Nel 2012, dopo varie collaborazioni letterarie con testate giornalistiche e riviste, pubblica il suo primo romanzo, Giardini senza tempo.

Nel 2013 molte le collaborazioni e le produzioni che portano la sua firma.

A Maggio dello stesso anno, cura e allestisce una mostra audio-visiva, per la quale scrive l’opera Faccia da trappola, esca: gioco di parole a più voci che confonde lo spettatore presentandosi come fosse monologo nella resa scenografica.

A Settembre, cura i testi ed erige il documento di presentazione alla stampa dell’evento Murgia. Vita, morte, miracoli, evento culturale centrato sull’arte pittorica e scultorea. Oltre ai testi di presentazione dei diversi artisti e delle loro opere, per l’occasione scrive due racconti inediti, contenuti nel documento dell’evento: Faccia da Murgia. Vita, morte, miracoli, un testo dalla duplice chiave di lettura, e Io amo il Castello. Quest’ultimo, ispirato al Castel del Monte e dedicato alla figura di Federico II, è una sinergia tra elementi di sintesi delle diverse teorie esistenti e fondanti del Castello ed elementi fortemente evocativi. Nello stesso anno cura la comunicazione con l’esterno di altri eventi cuturali.

Dal 2013 collabora alla sceneggiatura della web fiction Bishonnen, per cui diventa protagonista dell'episodio Tempus fugit.

Dal 2014 cura la sua rubrica ARS ARTIS, pubblicata sui portali della Livenetwork. Nata da un’idea strettamente personale e dal desiderio di condividere l’arte in tutte le sue forme, con Ars Artis la nostra scrittrice incontra e intervista diversi artisti, facendone conoscere al pubblico la personalità e le peculiarità delle opere.

Nell'Agosto 2014 ha pubblicato il suo nuovo libro, il romanzo Piccoli silenzi desiderabili.

Scrittrice, ideatrice e curatrice di progetti culturali e artistici, attualmente, oltre alla propria professione di educatrice, collabora con diversi artisti del territorio, creando sinergie tra la scrittura e le altre forme d’espressione artistiche, scrivendo appositamente brani o componimenti suggestivi per gli eventi a cui è invitata come scrittrice ospite. È membro della giuria tecnica del Premio Letterario Nazionale “Corti e brevi”.

Potete seguire il suo blog PERFETTA MENTE Fuori Posto all’indirizzo internet www.luanalamparelli.it.

Gli ultimi articoli di Luana LamparelliVedi tutti

Parole ed Eros: Luciana Manco

Ars artis
ven 28 agosto
Anticonformista con brio e senso del giusto, ama provocare divertendosi, o divertire provocando. Il risultato è un mix di coscienza e passione, ironia e sentimenti

Falvision editore, il fiore all’occhiello dell’editoria barese. E non solo

Ars artis
lun 20 luglio
Nelle sue collane annovera una moltitudine di testi e generi, autori affermati di fama nazionale e internazionale, così come autori emergenti, con la peculiarità di stampare le opere anche in Braille e su commissione

“Un paese ci vuole”. Dalla primavera a settembre, il nuovo lavoro di Dimartino

Ars artis
ven 19 giugno
A dicembre parlavamo del nuovo album, previsto in uscita per la primavera. Puntuale, è arrivato: “Un paese ci vuole” è il titolo del nuovo disco di Dimartino, il gruppo musicale del cantautore siciliano Antonio Di Martino

Intervista a Stefano Pugnali. Dietro le quinte, un uomo dai valori forti e veri

Ars artis
ven 13 marzo
Il manager milanese ha le idee chiare e i modi cordiali, gentili e disponibili, propri di chi si è fatto strada da sé restando ben radicato alla propria storia e a valori autentici, quelli che contano, capaci di fare la differenza
Altri articoli
Gli articoli più letti