Giuseppe Tandoi Il segreto dei Custodi Leggi tutti gli articoli

La Rubrica

Con una buona dose di follia, ho chiesto alla redazione di CoratoLive.it di poter realizzare questa rubrica. Una rubrica in cui rivelare il respiro segreto che anima il mio film “I Custodi”.

Benché non abbia particolari titoli, né anni di esperienza professionale, né doti di scrittore, ho sentito l’esigenza di tuffarmi in questa impresa. E’ una spinta del cuore che mi fa travalicare ogni buonsenso per offrire, a te che leggerai, quelle che sono le scoperte lungo il sentiero della mia esistenza.

Il più importante velo caduto davanti ai miei occhi è quello che ha mi ha mostrato l’esistenza del Senso della Vita.

Non è una scoperta in realtà, piuttosto una riscoperta. L’umanità ha sempre conosciuto il Senso, ma tante sono state le manomissioni che lo hanno occultato. Dogmi religiosi e dogmi scientifici hanno chiuso la porta della Verità, buttandone via la chiave.

Ma la Verità ha continuato ad esistere, sotto le mentite spoglie dei miti e delle fiabe, della geometria sacra e della simbologia. In questi mondi essa ha sempre brillato, parlando più ai cuori che alle menti. Ovviamente l’uomo non può accedere alla Verità in un colpo solo, ma, gradualmente, alcuni veli possono cadere.

Questo è il mio cammino e la mia ricerca. Alcuni veli non ci sono più e solo di questi posso e vorrei parlarti. Gli altri, mi auguro, li scopriremo insieme.

L'Autore

Giuseppe Tandoi, originario di Corato, è diplomato “Esperto mass media” all'Accademia dell’Immagine dell’Aquila.

Ha realizzato, in qualità di regista, diversi cortometraggi, documentari e video per spettacoli teatrali, sfilate e concerti svoltisi in ambito locale. Ha spesso collaborato con la regista coratina Marilia Papaleo, di cui è stato allievo presso il suo laboratorio teatrale.

Nel 2004/2005 è autore del soggetto, cosceneggiatore e coregista del corto “La maledizione dell’Agave”, prodotto dall’Accademia dell’Immagine con la supervisione del regista Riccardo Milani ( La guerra degli Antò, Auguri Professore, Il posto dell’anima).

Nel 2006 è sceneggiatore e coregista del corto “Due barboni e una capanna” prodotto dall’Accademia dell’Immagine con la supervisione del direttore della fotografia Paolo Carnera (L’Amore ritorna, Certi Bambini, ll miracolo, L’anima gemella, Tutto l’amore che c’è, Sangue vivo, Pizzicata)

Nel 2006 realizza il cortometraggio “I Custodi-L’Inganno” di cui è sceneggiatore, regista e produttore. Il corto è un promo per un film lungometraggio che sta per girare in Abruzzo, il cui titolo è “I Custodi”.

Gli ultimi articoli di Giuseppe TandoiVedi tutti

La Madre Terra

venerdì 6 luglio 2007
Il respiro segreto de “I Custodi” conclude il suo viaggio nel grembo del nostro pianeta, la Terra. Pianeta che la nostra società occidentale ha trattato, negli ultimi tempi, solo come una potente macchina biologica da sfruttare o da cui difenderci.

Il senso spirituale della vita

venerdì 25 maggio 2007
Nel mio cammino di ricerca la Nuova Medicina di Hamer è stata una tappa fondamentale perché mi ha aiutato a capire il collegamento biologico fra la psiche e la malattia.

Le dimensioni dell'uomo

venerdì 27 aprile 2007
Prima di iniziare l’articolo, vorrei ringraziare il lettore che si cela dietro lo pseudonimo di DrHarrison, per l’attenzione che pone alla mia rubrica.

La fotografia Kirlian

venerdì 30 marzo 2007
Uno straordinario strumento per indagare nei regni sottili dell’essere è la camera Kirlian, scoperta nel 1939 in Russia da un tecnico di nome Semion Davidovich Kirlian. Una camera che permette di visualizzare il campo energetico dell’uomo, chiamato anche