Accompagnati dall’orchestra da camera “Harmonia Vocis” diretta dal maestro Giovanni Rinaldi, e brillantemente introdotti dalla giornalista Ertilia Giordano, i due solisti hanno eseguito pagine della musica di tutti i tempi

Al “Concerto di fine anno” trionfano musica, arte e poesia

La serata ha visto alternarsi sul palco il tenore coratino Aldo Caputo e il mezzosoprano estone Helen Lepalaan, una delle voci di mezzosoprano più raffinate e ricercate d’Europa

Spettacolo
Corato sabato 30 dicembre 2017
di La Redazione
Al “Concerto di fine anno” trionfano musica, arte e poesia
Al “Concerto di fine anno” trionfano musica, arte e poesia © CoratoLive.it

Ricco, accogliente e di ottimo auspicio. Così è stato il “Concerto di fine anno” che nella serata di ieri ha allietato il pubblico del teatro comunale. Inserita nel cartellone del Teatro Pubblico Pugliese allestito in collaborazione con il Comune di Corato, la serata ha visto alternarsi sul palco il tenore coratino Aldo Caputo e il mezzosoprano estone Helen Lepalaan, una delle voci più raffinate e ricercate d’Europa.

Accompagnati dall’orchestra da camera “Harmonia Vocis” diretta dal maestro Giovanni Rinaldi, e brillantemente introdotti dalla giornalista Ertilia Giordano, i due solisti hanno eseguito alcune delle pagine più note della musica di tutti i tempi: da “Panis angelicus” al “Brindisi” di Traviata passando per “Cantique de Noel”, “Ave Maria” di Schubert e “Adeste Fideles”, per citarne alcuni.

Un concerto accogliente, si diceva, perché capace di fare spazio alle diverse forme dell'arte. Quella pittorica, per esempio, grazie alle opere di Oronzo Liuzzi e Rossana Bucci tratte dalla collezione “Il centro é il sacro” che hanno fatto da scenografia. E poi l’arte delle parole, quelle di Paolo Maria Cristalli. Il poeta “adottato” dal festival “Verso sud” è salito sul palco del comunale per incantare il pubblico con il suo poemetto, "Parlato per l'inverno". «È uno scrittore di “chiara fame” - ha detto Luigi Piccarreta, uno dei promotori di Verso Sud - e noi abbiamo deciso di aiutarlo ad ottenere la “pensione di genialità” grazie ad una raccolta fondi a lui dedicata. Ringraziamo il maestro Aldo Caputo per averci ospitati su questo palco e diamo a tutti l’appuntamento al nostro concerto in largo Abbazia».

A porgere il suo ringraziamento al tenore coratino anche il sindaco Massimo Mazzilli: «il maestro Caputo - ha detto - ha reso omaggio alla sua città con questo concerto e noi non possiamo che essergli grati. I cittadini, in più occasioni, hanno chiesto appuntamenti di musica lirica e sinfonica per questo siamo stati felicissimi di inserire nel cartellone ufficiale questa serata».

«È il segno della capacità che la Cultura ha di aggregare le persone e i Paesi - ha sottolineato Aldo Patruno, direttore del dipartimento cultura e turismo della Regione Puglia - Questa è la strada su cui continuare a camminare per scrivere nuove pagine della storia della nostra terra. Per sostenere le ali dei nostri giovani e rinsaldare le loro radici».

Lascia il tuo commento
commenti