Social

Corato - giovedì 16 febbraio 2017 Spettacolo

Il nuovo lavoro discografico è stato recentemente pubblicato dall’etichetta indipendente Angapp

Un album che si fa spettacolo, debutta “A Mare Citte”

L’ensemble coratina “Luigi Palumbo & Aquarata” ha scelto il palco del teatro per presentare il nuovo disco, nei giorni 11 e il 12 marzo

Luigi Palumbo & Aquarata © n.c.
di La Redazione

A dieci anni dalla pubblicazione di “Terra Nòste”, l’album che portò il vernacolo coratino alla ribalta nazionale, l’ensemble coratina “Luigi Palumbo & Aquarata” torna sulle scene con “A Mare Citte”, il concerto - spettacolo che prende il nome dal nuovo lavoro discografico recentemente pubblicato dall’etichetta indipendente Angapp.

Il gruppo coratino ha scelto il palco del teatro comunale per presentare il nuovo disco nei giorni 11 e il 12 marzo.

I sette musicisti confermano il sodalizio con il poeta vernacolare Gerardo Giuseppe Strippoli, autore con Luigi Palumbo, anima del gruppo, dei brani che compongono l’album, integralmente arrangiato da Riccardo Caiati (basso e contrabbasso), Giuseppe Di Bisceglie (pianoforte, tastiere, fisarmonica e voce), Pietro Catucci (violino), Giuseppe Mazzilli (chitarre), Paola Caterina (voce) e Aldo Scaringella (batteria e percussioni).

In teatro è prevista la partecipazione straordinaria dell'attore Domenico Santarella e della scuola di danza Danze lab.

Il mare e la terra, l’orizzonte e le radici, sono i temi portanti di “A Mare Citte”: l’indissolubile legame con la terra di origine, proiettato verso un mondo globale, che strizza l’occhio al Mediterraneo e lo accoglie attraverso le sonorità, i colori e le meravigliose ed attuali storie di tempi passati.

Nove tracce attraverso le quali è possibile assaporare il forte e selvatico gusto delle radici ed il delicato odore del mare, inteso non come barriera naturale, ma come collegamento tra mondi e culture diverse. In questo contesto si inserisce l’utilizzo di strumenti tipici della tradizione pugliese, come il tamburello, sapientemente suonato da Davide Torrente, o la Tromba di Dario Doronzo, e del santur o dei vocalizzi di Fabrizio Piepoli, special guest del disco.

La barca raffigurata in copertina, dipinta dall’artista coratino Mariano Palumbo, è il simbolo di questo viaggio in musica, nel tempo e nello spazio. Un lavoro discografico che si intreccia a quelli già realizzati da “Luigi Palumbo & Aquarata” e li avvolge in un significato artistico più maturo che non dimentica la spensieratezza delle origini.

I biglietti sono già disponibili presso la cartolibreria Kibi, in via Gravina 41, o presso il botteghino del teatro comunale, in piazza Marconi. È possibile acquistare il biglietto anche attraverso il canale internet www.bookingshow.it.

L’album “A Mare Citte” è già in vendita presso i punti vendita ufficiali: Sonicart (via Dante 2), Cartolibreria Kibi (via Gravina 41), Caffè Manfredi (viale Vittorio Veneto 163), Tabaccheria Torelli (corso Garibaldi 108), Ergo (via Paolo Emilio Imbriani 3), Galise (piazza Giacomo Matteotti 9), Cartolibreria Rosa Olivieri (via Aldo Moro 131), Nocca (via Duomo 11).

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo