Mozzarella, caciocavallo e orecchiette tra i prodotti più apprezzati

Un van, un gatto, un mondo da scoprire. Vita di una coppia francese di passaggio in Puglia

Hanno acquistato un van nella primavera dello scorso anno e si son messi all'opera per rinnovarlo ed abbellirlo. Hanno trovato lo spazio persino per un wc a secco

Corato lunedì 22 gennaio 2018
di Donato De Ceglie
Uno sguardo sul Castello Svevo dal van
Uno sguardo sul Castello Svevo dal van © Instagram - @clemencepolge @roammates

Perché limitarsi alle mura di casa per lavorare quando si potrebbe avere a disposizione il mondo? Abbiamo intercettato Clémence (@clémencepolge su Instagram) per caso, abbiamo scoperto che erano di passaggio in Puglia, abbiamo visto le bellissime foto scattate e così dopo una lunga chiacchierata virtuale ci ritroviamo qui a parlarvi di loro (il compagno, @roammates). Prima di essere due profili Instagram sono due ragazzi francesi, compagni di vita ed ora compagni di un progetto che non hanno tenuto nascosto in un cassetto. Anzi, lo hanno ristrutturato, isolato e posizionato su quattro ruote.

"Non sapevamo proprio cosa aspettarci dal Sud Italia, data la bassa stagione. Abbiamo scoperto però delle città bellissime, siamo rimasti incantati dai trulli di Alberobello e dal centro storico imbiancato di Locorotondo. È stato bellissimo passeggiare sullo Sperone d'Italia, del Gargano abbiamo amato la costa e la parte interna della Foresta Umbra" ci scrive Clémence.

Hanno acquistato un van nella primavera dello scorso anno e si son messi all'opera per rinnovarlo ed abbellirlo. Hanno trovato lo spazio persino per un wc a secco: "Abbiamo un letto, un tavolo/scrivania retrattile, elettricità per i nostri dispositivi (pc, smartphone e reflex) e persino i bagni. Dobbiamo soltanto fermarci di tanto in tanto per ricaricare completamente le batterie, riempire le bottiglie e le taniche d'acqua, fare il bucato e, ovviamente, la doccia".

Sono in viaggio ormai da un mese ma essendo freelance lavorano da pc, per questo "Abbiamo investito in pacchetti telefonici di grandi dimensioni per avere sempre disponibile linea internet 4G". "Lavoriamo dal van per poterci permettere di viaggiare a tempo pieno" scrive Clémence. Sul van non sono soli, "Abbiamo un gatto, si è abituato alla nostra vita nomade, si è abituato molto bene".

Desideravano vivere fuori dalla Francia ma mai avrebbero pensato di poter vivere un po' ovunque: "Da molto tempo desideravamo vivere all'estero ma lo stile di vita da vanlifer è diventato una possibilità dopo un lungo viaggio in Canada nell'autunno 2016 quando abbiamo dormito in auto con un materasso nella parte posteriore. Un bel modo di scoprire paesi".

Hanno un blog ma la comunità che più segue virtualmente il loro viaggio è quella di Instagram: "Questo social ci offre idee per le tappe del nostro viaggio e soprattutto ci mette in contatto con la bellissima comunità di vanlifers".

Quali ricordi vi porterete dietro della Puglia? "La mozzarella, il caciocavallo e le orecchiette. Questi tre prodotti vincono su tutto. Abbiamo scoperto anche una birra locale che adoriamo, Birra del Cavaliere". Una vita su quattro ruote ed uno stile di vita che è la stessa ragione del viaggio: viaggiare.





Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • rosanna procacci ha scritto il 22 gennaio 2018 alle 21:36 :

    Tutti amano la PUglia! Rispondi a rosanna procacci

  • salvatore di gennaro ha scritto il 22 gennaio 2018 alle 09:46 :

    ...sicuramente, in caso di bisogno, troveranno qui la più calda collaborazione. Il fatto poi che si portino un animale appresso (ed il gatto è per me il "non plus ultra"), è indice di elevata sensibilità. Rispondi a salvatore di gennaro