Decisione del presidente della Regione, Michele Emiliano

Appalto Giovanni XXIII, Caracciolo si è dimesso. Deleghe all'assessore Piemontese

«Tale decisione - si legge in una nota della Regione - è motivata esclusivamente dall’intento di tutelare l’amministrazione regionale e di consentire una serena prosecuzione delle indagini»

Politica
Corato mercoledì 07 febbraio 2018
di La Redazione
Il consiglio regionale della Puglia
Il consiglio regionale della Puglia © n.c.

L’assessore all'ambiente della Regione Puglia, Filippo Caracciolo, ha comunicato al presidente della Giunta la sua decisione di rimettere le deleghe. «Tale decisione - si legge in una nota della Regione - è motivata esclusivamente dall’intento di tutelare l’amministrazione regionale e di consentire una serena prosecuzione delle indagini».

Caracciolo, candidato del Pd alla Camera nel collegio uninominale di Andria, è indagato per corruzione e turbativa d'asta. Le contestazioni sono relative a indagini della Procura di Bari sulla gara d'appalto per 5,8 milioni di euro per la costruzione della nuova scuola media “Giovanni XXIII” e sarebbero un filone dell’inchiesta sull’Arca Puglia.

«Al fine di tutelare l’amministrazione regionale e di consentire una serena prosecuzione delle indagini - scrive Filippo Caracciolo - ritengo opportuno rimettere al Presidente della Regione Michele Emiliano la delega da assessore alla Qualità dell'Ambiente pur precisando che la contestazione mossa a mio carico non riguarda assolutamente l’attività istituzionale svolta in questi mesi.

Nell’esprimere la piena fiducia nell’operato della magistratura, spero che presto possa essere chiarita tutta la vicenda e dimostrata la mia estraneità ai fatti. Data la concomitanza con l’appuntamento elettorale che mi vede candidato nel collegio uninominale della Camera dei Deputati Puglia 4 alle elezioni politiche del prossimo 4 marzo, mi auguro che le indagini possano concludersi a breve. Confido di chiarire davanti agli inquirenti la mia posizione offrendo la massima collaborazione».

Il presidente della Regione, Michele Emiliano, ha deciso di assegnare le deleghe sinora affidate a Caracciolo (qualità dell'ambiente - ciclo rifiuti e bonifiche, rischio industriale, ecologia, vigilanza ambientale) all'assessore Raffaele Piemontese.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Amedeo Strippoli ha scritto il 07 febbraio 2018 alle 10:31 :

    In Italia c'è qualcosa che incomincia a cambiare? Forse..: un assessore regionale che ha il buon senso di dimettersi. Un gesto al di là delle ragioni e opportunità sempre da rispettare. Rispondi a Amedeo Strippoli