La Regione Puglia - settore “Scuola, Università e Ricerca”, ha valutato positivamente le richieste pervenuta dal Comune di Corato

Diritto allo studio, dalla Regione 45mila euro per acquistare uno scuolabus e aiutare i pendolari

In arrivo due finanziamenti: 30mila euro per l’acquisto di un nuovo scuolabus a servizio degli alunni delle scuole primarie, e 15mila euro per le cosiddette “facilitazioni di viaggio” per gli studenti pendolari fino ai 16 anni

Politica
Corato giovedì 14 dicembre 2017
di La Redazione
Uno Scuolabus
Uno Scuolabus © n.c.

Due importanti finanziamenti sono stati approvati dalla Regione Puglia a favore del Comune di Corato nell’ambito del Piano regionale per il Diritto allo Studio 2017: si tratta di una cifra di 30mila euro per l’acquisto di un nuovo scuolabus a servizio degli alunni delle scuole primarie della città, e di 15mila euro per le cosiddette “facilitazioni di viaggio” a vantaggio degli studenti pendolari, fino ai 16 anni di età.

Il finanziamento regionale, ottenuto in base alla richiesta effettuata in tal senso dall’amministrazione comunale - assessorato alla pubblica istruzione, fa parte del Piano regionale per il diritto allo studio relativo all’anno 2017, che nei suoi intenti mira a permettere “l'utilizzo di risorse destinate a cofinanziare servizi come il servizio mensa, il servizio di trasporto, le facilitazioni di viaggio, l'acquisto scuolabus, l'acquisto di sussidi scolastici e attrezzature didattiche per disabili”. Sono poi i Comuni ad utilizzare e gestire queste risorse, attraverso la predisposizione di una programmazione elaborata con il concorso delle istituzioni scolastiche statali e paritarie, e trasmettendo poi alla Regione una relazione annuale sull'utilizzo dei fondi e sul raggiungimento degli obiettivi della programmazione, nonché sulle esigenze e le particolarità del loro territorio.

L’assessorato comunale alla pubblica Istruzione, dopo aver fatto una ricognizione dei servizi da implementare e delle agevolazioni da poter offrire alla propria utenza scolastica cittadina, ha inviato la richiesta agli uffici regionali preposti: in particolare per rinnovare il parco macchine degli scuolabus (attualmente il Comune ha in servizio 5 mezzi) e garantire così migliore servizio di trasporto di alunni che risiedono distanti dal centro urbano e quindi dagli edifici scolastici, avanzando richiesta per ottenere agevolazioni anche per chi utilizza mezzi pubblici a pagamento per raggiungere la propria sede scolastica.

La Regione Puglia - settore “Scuola, Università e Ricerca”, ha valutato positivamente le richieste pervenuta dal Comune di Corato, stabilendo così di concedere anche i due finanziamenti.

«Un’ulteriore dimostrazione di come le istanze di questa Amministrazione Comunale vengano percepite in maniera positiva anche a livello regionale - sottolinea il sindaco Massimo Mazzilli - con l’accoglimento delle nostre richieste, che andranno ad implementare i servizi offerti alla popolazione scolastica e alle relative famiglie, permettendo l’acquisto di nuovi mezzi per il trasporto scolastico cittadino ed agevolazioni per chi invece usufruisce dei mezzi pubblici per raggiungere gli istituti scolastici. Evidente e positiva è l’azione posta in essere dell’assessorato alla pubblica istruzione, affidato all’assessore Zezza, che ha focalizzato le ulteriori e nuove esigenze della comunità scolastica».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 15 dicembre 2017 alle 08:27 :

    "Diritto": un termine un po' abusato, perché spesso ad esso non fa da contraltare un altro termine ben più importante: il "dovere". Ho notato infatti, riguardo allo studio (è sufficiente seguire qualche quiz alla tv), l'impreparazione della maggioranza dei giovani di fronte a delle semplicissime domande di cultura generale: ecco dove sta il "dovere": andare a scuola per imparare a diventare educati e colti cittadini (ricordiamoci che l'ignoranza è la peggior nemica dell'uomo, poiché lo fa agire da troglodita). Pertanto, più che "diritto" allo studio, io parlerei di "opportunità", di "facoltà", di "possibilità". Rispondi a salvatore di gennaro

Le più commentate
Le più lette