La nota del primo cittadino

Aggressione dipendenti comunali, il sindaco: «Questa storia deve finire»

«Solidarietà e vicinanza dell'intera amministrazione comunale che valuterà le azioni successive contro questo vile aggressore» scrive il sindaco Mazzilli

Politica
Corato venerdì 11 agosto 2017
di La Redazione
Il sindaco Mazzilli
Il sindaco Mazzilli © CoratoLive.it

Solidarietà verso i «vigili professionali e tempestivi» ma anche condanna nei confronti «del vile aggressore». Questi i concetti espressi dal sindaco Mazzilli, attraverso un post su facebook, a seguito dell’episodio violento che ieri ha portato al ferimento di tre uomini della polizia municipale e di un dipendente comunale.

«Ieri pomeriggio sono stato costantemente in contatto col comando della polizia municipale e con il settore servizi sociali durante e dopo la vile e ingiustificata aggressione subita dai nostri dipendenti nell'espletamento del proprio servizio» scrive Mazzilli.

Questa storia che con violenza inaudita, ingiustificata e mai ammissibile, qualcuno si presenti presso i nostri Uffici o presso il Palazzo di Città, magari in un evidente stato di alterazione psico-fisica, e pretenda di ottenere con la forza risposte immediate deve finire!

Per colpa di questa gente, abbiamo dovuto spendere risorse per proteggere i nostri operatori, installando una porta per isolare, in orari di chiusura al pubblico, gli uffici dei servizi sociali e abbiamo installato anche un impianto di videosorveglianza interno a fini di prevenzione di crimini e aggressioni. Questo soggetto però nonostante queste cautele ha forzato le chiusure e ha aggredito chiunque ha trovato innanzi, con una violenza fisica inaudita.

L'aggressore è stato denunciato e arrestato e così accadrà ancora ove dovessero ripetersi episodi analoghi. I nostri vigili sono stati professionali e tempestivi e a loro ho espresso la solidarietà e vicinanza dell'intera amministrazione comunale, che valuterà le azioni successive contro questo vile aggressore».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • "salvatore di gennaro" ha scritto il 11 agosto 2017 alle 15:56 :

    L'aggressione è il prodotto finale di una politica centrale finalizzata ad un unico scopo: la creazione e la scandalosa salvaguardia della "casta" (vedersi l'allucinante difesa dello strapagato barbiere di Montecitorio, da parte di Bertinotti). Demagogia "alla giornata e agli umori del momento", incapacità, influenzabilità, inesistente considerazione per la società (che non sia formata da amici e parenti) ed impreparazione, ci hanno portati al punto in cui siamo. Ho la massima disistima per chi ha fatto, per mestiere, solo il politico: non ha creato nulla per gli altri, ma solo per se stesso. Rispondi a "salvatore di gennaro"

Le più commentate
Le più lette