martedì 14 agosto 2012 Attualità
Ray, questo il nome del cucciolo, è uno dei 2500 beagle che grazie all’”Operazione Sos Green Hill” promossa da Legambiente, Lav e numerose altre associazioni, stanno trovato famiglie disposte ad adottarli

Trova casa a Corato uno dei beagle salvati dal lager di “Green Hill”

Il coratino Vincenzo Leo è l’unico in Puglia e l’unico in del Sud Italia ad aver ottenuto l’affido

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
Trova casa a Corato uno dei beagle salvati dal lager di “Green Hill”
- Trova casa a Corato uno dei beagle salvati dal lager di “Green Hill” © CoratoLive.it

Ha trovato proprio qui, a Corato, una famiglia disposta ad accudirlo e coccolarlo, cercando di fargli dimenticare la brutta esperienza che ha vissuto rinchiuso per un anno nel “lager” di Green Hill, destinato alla vivisezione e alla sperimentazione scientifica. 

Ray, questo il nome del cucciolo, è uno dei 2500 beagle che grazie all’”Operazione Sos Green Hill” promossa da Legambiente, Lav e numerose altre associazioni, stanno trovato famiglie disposte ad adottarli.

Il coratino Vincenzo Leo è l’unico in Puglia e l’unico in del Sud Italia ad aver ottenuto  l’affido: tutti gli altri cani sono stati accolti da famiglie che vivono da Roma in su, soprattutto nel bresciano.

La vicenda è nota, aveva fatto scalpore e aveva indignato tutti gli amanti degli animali, soprattutto dopo che le telecamere di Striscia La Notizia avevano mostrato le condizioni scandalose in cui erano rinchiusi e tenuti nell’allevamento Green Hill di Montichiari (Bs) circa 2.500 beagle, ammassati in gabbie e impossibilitati a muoversi, tristemente destinati a fare da cavie per la sperimentazione. A luglio scorso la notizia, tanto attesa e rivendicata, della loro liberazione grazie a un blitz del Corpo forestale dello Stato e della Digos della questura di Brescia.

Poi a luglio stesso è cominciata la campagna di adozioni “Operazione Sos Green Hill”ed è stata subito un successo. Qualche giorno fa Legambiente e Lav, custodi giudiziari dei cani, hanno reso noto che già 2.115 sono i beagle che sono stati dati in affidamento e hanno trovato casa: restano ormai solo 59 mamme con cuccioli che, per problemi di salute, usciranno nei prossimi giorni per trovare sicuramente chi possa dare loro quell’affetto che erano destinati a non ricevere mai.

Anche Ray adesso è circondato solo da persone che gli vogliono bene e sembra già aver dimenticato il suo primo anno di vita vissuto nella prigione di Montichiari. È arrivato a Corato martedì scorso. Vincenzo è andato a Roma con un amico alla sede della Legambiente, “armato” di gabbietta, per prelevarlo dopo aver appreso con gioia che era stata accettare la richiesta di affido: «Quando ho saputo dell’operazione promossa da Legambiente, ho subito fatto domanda, anche perché avevo i requisiti richiesti per l’affido: una campagna e un altro cane docile che potesse fargli compagnia oltre che insegnarli a fare il cane!».

Infatti i beagle di Green Hill si può dire che non fossero cani: non potevano correre, non potevano giocare, non avevano le carezze di nessuno. Per “colpa” del carattere mite e docile, questa razza è molto richiesta dalle case farmaceutiche e dalle università per essere utilizzati come cavie da laboratorio: i laboratori di mezza Europa, fatture alla mano, l’anno scorso hanno comprato centinaia di beagle dall’allevamento di Montichiari.

Per fortuna non è il caso di Ray, che ora sta cominciando piano piano a vivere come dovrebbe fare un cane.

«Quando sono arrivato alla sede della Legambiente – continua Vincenzo - dovevo scegliere tra 10 beagle. Ma non c’è stato bisogno, è stato lui che ha scelto me! È stato il primo che mi si è avvicinato fermandosi ai miei piedi».

Un “colpo di fulmine” quindi che è valso a dare al cucciolo di beagle la sua casa a Corato, nella campagna di Vincenzo, nella quale si è presto ambientato, tanto che apparentemente non sembra aver avuto conseguenze psicologiche o comportamentali dovute alla sua reclusione, ma purtroppo qualcuna fisica sì.

«Ray è dolce e affettuoso, gioca volentieri col mio cane Billy, un meticcio che gli sta facendo da “tutor” insegnandogli ad essere un buon cane. Purtroppo però Ray ha le zampe posteriori quasi atrofizzate, proprio a causa dell’immobilità forzata. Inoltre è magrissimo e mangia molto poco, forse perché non era abituato a farlo. Il veterinario inoltre gli ha anche trovato congiuntivite e otite, che stiamo curando».

Adesso l’affetto non gli manca di certo, quello di Vincenzo e di tutti i suoi famigliari che lo coccolano di continuo, da quando è arrivato. Inoltre dalla Legambiente chiamano una volta a settimana per chiedere notizie e faranno controlli periodici per assicurarsi della buona salute e delle condizioni di Ray, così come avviene per tutti gli altri beagle adottati.

«So che il numero di richieste di adozione era più del doppio dei cani da adottare – conclude Vincenzo Leo -. Che abbiamo accettato la mia richiesta di adozione tra quelle pervenute mi fa onore, oltre che piacere».

Commenta la notizia

Non verranno convalidati i commenti che:

  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
8 Commenti
il 16 agosto 2012 alle 13:17
Tania S.
La tv è un grandissimo strumento utilizzato troppo spesso per cose futili!!! Certo siamo stati bombardati dalle immagini di Green Hill, davvero scioccanti, mettendoci al corrente che quei cuccioli erano destinati a torture atroci!!!Questo ha fatto sì che la gente si sensibilizzasse in merito, e si sono visti i risultati con tutte quelle domande di adozione... Si potrebbe fare lo stesso facendo vedere la situazione di molti canili lager...e con Striscia molto spesso si sono fatte grandi cose!!!! molte persone si rivolgono ai canili e tante altre si portano a casa un cucciolo trovato per strada... Ben venga qualunque gesto d’amore !!!!
il 16 agosto 2012 alle 09:28
ket suicide
Non fraintendete. Adottare un cane è sempre una bella cosa. La mia provocazione però vuole andare oltre: dov’è la fila di persone fuori dai canili per adottare un cane "mediaticamente nullo"? E quanta di quella gente avrebbe adottato comunque un cane anche se questo non fosse venuto da Green Hill?
il 15 agosto 2012 alle 23:43
Connie De Santis
Fai una buona azione o non la fai, LA GENTE HA SEMPRE DA RIDIRE!!!!!!! Hai un grande cuore che darà affetto a questo cucciolo che non ha mai visto il sole, un prato, una carezza.... sei un grande!
il 15 agosto 2012 alle 19:20
Coratino @de Corato
Ket Suicide se uno li adotta va male, se non lo fa anche, se si disinteressa pure insomma sempre da ridire qualcosa?Certo che molti li prendono dai canili, ma questi hanno subito una informazione mediatica non indiffrente anche se capeggiata dalla non proprio consona Maria Michela Brambilla...animalista convinta, che scambiò il suo ministero con un altro, povera Italia, meno male che non c’è più!!!!!
il 14 agosto 2012 alle 18:20
ket suicide
Si, valanga di richieste di adozione per dei cani di razza! Avreste avuto tutti lo stesso entusiasmo se si fosse trattato di adottare uno dei milioni di cani che da sempre marciscono nei canili? Quei cani vivono e muoiono tra le sbarre da sempre, strano che questo spirito animalista non sia esploso prima negli animi degli italiani. O l’obiettivo è solo quello di avere un cane di razza e di moda aggratis?
il 14 agosto 2012 alle 15:45
yoyo sabbath
I cani sono gia’ stati assegnati tutti....e l’articolo e’ molto chiaro,parla non della richiesta di affido...che sono state più’ del doppio dei ci disponibili....
il 14 agosto 2012 alle 14:23
GASPERINO @DA CORATO
non è il solo ad aver fatto richiesta molte persone sono in attesa di essere chiamati....per ritirare un cane del suddetto canile lager:
il 14 agosto 2012 alle 09:39
nick fly
Stabben a Vincè!!! E bravo all’amico mio!
{ "items": [{ "data_inizio": "2014/05/12", "data_fine": "2014/05/17", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/img/cornice_riccardo_e_lucia.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/Teatrificio22/timeline", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#ffffff", "top":"180" }] }