L'iniziativa

Il 2018 della Pro loco è "A Gùste Nùoste"

È il titolo del nuovo calendario della Pro loco Quadratum che verrà presentato sabato 23 dicembre, alle 18

Cultura
Corato venerdì 22 dicembre 2017
di La Redazione
Il 2018 della Pro loco è
Il 2018 della Pro loco è "A Gùste Nùoste" © Pro loco Quadratum

Arriva "A Gùste Nùoste", il nuovo calendario della Pro loco "Quadratum". L’appuntamento con il 2018 è per sabato 23 dicembre, alle 18, negli spazi del ristorante Calvinius di via Lapergola 6.

Da gennaio e dicembre, è lì che i prossimi dodici mesi sfileranno sulle pagine del nuovo calendario promosso dall’associazione guidata da Gerardo Giuseppe Strippoli e curato - dal concept all’impaginazione - dalla società cooperativa "Spore".

"A Gùste Nùoste", perché al centro della ricerca di contenuti, grafiche e stili ci sono le tradizioni che si tramandano immutate di generazione in generazione. La salsa, la raccolta delle olive, la scelta delle mandorle, la preparazione dei dolci natalizi o della pasta fatta in casa: appuntamenti irrinunciabili per ogni coratino, che oltre a definire l’economia e i costumi del territorio sono segni particolari della nostra identità.

«La tradizione coratina è ricca di questi processi che ancora oggi - spiega il presidente Strippoli - vengono rinnovati a cadenza stagionale, scanditi dai ritmi della natura e in coincidenza con le feste comandate. Nella nostra testa e nelle nostre mani ci sembrano gesti scontati ma che in realtà rivelano il gusto e l’appartenenza di una popolazione».

Secondo i creativi di "Spore sono «veri e propri impianti narrativi che raccontano le nostre storie. Per questo - dicono dall’agenzia di comunicazione - ci è parso naturale mettere insieme queste storie e divulgarle, attraverso lo strumento del calendario, in un mix di tre linguaggi: quello fotografico, quello grafico e quello testuale, cercando di portare alla luce la struttura di ciascuna storia».

Che siano le foto d’epoca collezionate grazie all’appello rivolto ai cittadini, oppure foto scattate per l’occasione, a ogni mese del calendario è associato un tratto della «coratinità», con una frase - naturalmente in dialetto - che con poche pennellate definisce l’oggetto della rappresentazione. «Parole che si uniscono alle immagini e alle tradizioni con un forte senso iconico e simbolico», aggiungono i creativi.

Mese dopo mese scorrono i panzarotti, il pane, le scampagnate, l’allevamento, la pasta fatta a mano, la raccolta del grano, i prodotti caseari, la salsa, la vendemmia, la raccolta e la scelta delle mandorle, le olive e la produzione dell’olio, i dolci natalizi.

A proposito di dolci natalizi: proprio in occasione della presentazione sarà offerto del «Sasamello» a tutti gli ospiti. Rigorosamente fatto a mano dalla signora Maria, la protagonista del mese di dicembre.

Il calendario è in vendita nella sede della Pro loco "Quadratum" di piazza Sedile, nelle edicole e cartolibrerie cittadine e anche a Bari. L’opera è stata selezionata dal Puglia Design Store di piazza del Ferrarese (negli spazi dello Spazio Murat), che offre una rassegna di oggetti di design made in Puglia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Stefania Sicolo ha scritto il 22 dicembre 2017 alle 13:39 :

    Maria anche sul calendario sei finita🤣🤣🤣🤣🤣,che donna!Brava .Veramente fotogenica Rispondi a Stefania Sicolo

Le più commentate
Le più lette