Ieri inaugurata la mostra

"Natività tra arte e pietra" nei sotterranei di via Lapergola

Organizzata dalla Pro loco in collaborazione con Vivere In, sarà visitabile fino al 6 gennaio e contiene opere moderne e classiche di Sgarra, Roselli, Pomarico e Fabiano

Cultura
Corato giovedì 14 dicembre 2017
di La Redazione
Il presepe del professor Luigi Pomarico
Il presepe del professor Luigi Pomarico © Coratolive.it

Ieri sera è stata inaugurata la mostra "Natività tra arte e pietra", allestita dalla Pro loco "Quadratum" nei sotterranei messi a disposizione dalla famiglia Mastromauro di Bari. Uno scenario suggestivo dove la pietra incontra tradizione e modernità dell'arte presepiale.

«La Pro loco - spiega il presidente Gerardo Strippoli - ha sempre realizzato il presepe cittadino nel chiostro del Comune, per quarant'anni fino al 2014. Abbiamo voluto continuare questa tradizione nei locali donati dalla famiglia Mastromauro, valorizzando opere di nostra proprietà come quelle del professor Luigi Pomarico e dell'artista Rino Sgarra. Abbiamo voluto riportarle in auge ambientandole nei sotterranei in pietra».

Scesi dalla scalinata, ad accogliere i visitatori, le magnifiche icone di Gregorio "Rino" Sgarra che riportano all'arte antica. L'artista coratino le ha prodotte nel 2000. Del 2013, invece, il presepe moderno del professor Luigi Pomarico, ispirato all'idea dell'uomo vitruviano. La commistione tra antico e nuovo continua con il presepe classico napoletano realizzato da Maria Fabiano e quello costruito esclusivamente con colla a caldo dalla giovanissima Tonia Roselli. In una nicchia, un albero di natale stilizzato e decorato da effetti di luce.

La mostra fa parte del programma del Dicembre coratino e potrà essere visitata fino al 6 gennaio. Al progetto ha collaborato Vivere In con dei messaggi di riflessione sulla natività da distribuire ai visitatori.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • rosanna ha scritto il 14 dicembre 2017 alle 13:29 :

    che meraviglia! l'arte trionfa Rispondi a rosanna