Sabato 21 ottobre, alle 18, nella biblioteca comunale “M. R. Imbriani”

​“Del dirsi addio”, Marcello Fois in città per la “Festa dei Lettori”

«Ci sono persone che per un paradiso presunto fanno della terra un inferno: questo romanzo è dedicato a tutti gli altri» scrive Fois

Cultura
Corato venerdì 20 ottobre 2017
di La Redazione
Del dirsi addio
Del dirsi addio © n.c.

È in programma per sabato, 21 ottobre uno degli appuntamenti più attesi della “Festa dei Lettori” organizzata dal Presidio del libro. Alle 18 la biblioteca comunale “M. R. Imbriani” accoglierà l’autore Marcello Fois con il suo ultimo romanzo “Del dirsi addio”, un’opera edita da Einaudi come molte delle altre da lui firmate “Stirpe”, “Nel tempo di mezzo” e “Luce perfetta”.

Chi è Marcello Fois?
Sardo di origine, Fois si è laureato in Italianistica a Bologna, città nella quale vive da molti anni. Ha esordito come scrittore nel 1992 con “Picta” e poi “Ferro recente” e in questi venticinque anni non solo ha scritto molti altri romanzi, alcuni dei quali tradotti in molte lingue, ma si è espresso anche come sceneggiatore in campo teatrale, radiofonico e della fiction televisiva.

“Del dirsi addio”
È l’ultima sua opera, preceduta nel 2016 da “Manuale di lettura creativa” e “Quasi Grazia”. Si tratta di un romanzo singolare, un particolarissimo noir, diviso non in capitoli o parti, come ci si aspetterebbe, ma secondo i quattro elementi primordiali della Natura e cioè Terra, Fuoco, Acqua e Aria.

In un andirivieni temporale e in paesaggi in cui spesso prevale una luce diafana, esaltata dal biancore della neve, i vari personaggi, tra i quali il protagonista, il Commissario Striggio, si muovono e agiscono, catturati nei loro pensieri dalla scomparsa del piccolo Michele, ma nello stesso tempo vivono, riannodando nella propria memoria i fili del presente a quelli del passato nella ricerca di una possibile autenticità. E come dice l’autore in premessa «ci sono persone che per un paradiso presunto fanno della terra un inferno: questo romanzo è dedicato a tutti gli altri».

La tredicesima Festa dei Lettori
Una iniziativa annuale e imperdibile, firmata da i Presidi del Libro. Per il 2017 ha previsto diverse iniziative in questo mese, ha coinvolto intere scolaresche di bambini, numerosi gruppi di adolescenti e alcuni piccolissimi della scuola dell’infanzia. Un crescendo di proposte e riflessioni, sollecitazioni ed emozioni. Dal 2 al 9 nell’istituto comprensivo “Battisti-Giovanni XXXIII”, per tutte le classi delle elementari e alcune della secondaria di primo grado, i laboratori “Scatti di emozioni” e “SconfinaMenti... di parole”.

Il 14 in biblioteca l’appuntamento “Nati per leggere, nati per crescere”, per avviare un positivo processo di sensibilizzazione di pediatri e genitori sul tema della lettura ad alta voce in età prescolare quale strumento di una migliore crescita sotto il profilo relazionale e cognitivo. Non a caso il Presidio del Libro di Corato, di cui è referente l’instancabile Angela Pisicchio, ringrazia «l’amministrazione comunale, sempre sensibile alle proposte del Presidio, e tutti gli amici e sostenitori della cultura che in vari modi e forme ne sostengono le iniziative».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette