I tentativi di soccorso sono stati inutili, Victor è morto sotto gli occhi di tanti, avvolto da un silenzio surreale rotto solo dalle urla di disperazione di uno dei suoi amici più cari

Un'esecuzione spietata: così è stato ammazzato Victor

Delle indagini si stanno occupando i carabinieri di Trani.​ La prima ipotesi sul movente dell'omicidio: all'origine dell'esecuzione ci sarebbero dei motivi passionali, Victor avrebbe preso le difese di una ragazza

Cronaca
Corato giovedì 02 agosto 2018
di La Redazione
Victor
Victor © n.c.

Si chiamava Victor, aveva appena 23 anni. Era di origini albanesi ma viveva da tempo a Corato, gli volevano bene in tanti eppure qualcuno ha deciso che era giunta la sua ora. Ieri sera è stato ammazzato in piazza Abbazia.

Il luogo era popolato da bambini, famiglie e giovani. Alle 21.30 - come testimoniano le telecamere di videosorveglianza - due uomini in sella ad una Vespa di colore nero sono arrivati e, nel giro di pochi istanti, gli hanno sparato quattro colpi ferendolo a morte. Sotto gli occhi di tante persone. Una uccisione non casuale: come mostrano chiaramente le immagini, Victor era il bersaglio scelto da chi ha sparato. I proiettili lo hanno colpito alla testa, al torace perforandogli un polmone, e alle gambe.

I tentativi di soccorso sono stati inutili, Victor è morto sotto gli occhi di tanti, avvolto da un silenzio surreale rotto solo dalle urla di disperazione di uno dei suoi amici più cari.

Delle indagini si stanno occupando i carabinieri di Trani, con il coordinamento dal magistrato della procura di Trani Raffaella De Luca. Da subito una ipotesi si è fatta strada tra i presenti: all'origine dell'esecuzione ci sarebbero dei motivi passionali, Victor avrebbe preso le difese di una ragazza e per questo sarebbe stato ammazzato.

Le telecamere di videosorveglianza non raccolgono l'audio ma consegnano il momento esatto dell'omicidio. A "raccontare" quei secondi in cui l'arma ha colpito è sufficiente una scena, quella in cui un bimbo si copre le orecchie con le mani e subito dopo scappa terrorizzato.

Ora c'è chi chiede giustizia per lui: «poteva essere il figlio, il fratello, l'amico di tutti noi».




Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Grazia tandoi ha scritto il 03 agosto 2018 alle 13:27 :

    Ciao Victor resterai nei nostri cuori x sempre Rispondi a Grazia tandoi

  • Roberto albanese ha scritto il 03 agosto 2018 alle 09:26 :

    Forse il ragazzo era "razzista" ? Rispondi a Roberto albanese

  • Nancy ha scritto il 02 agosto 2018 alle 12:57 :

    Giustizia per Victor.... Basta con la violenza non se ne può più.. Riposa in pace dolce angelo... Le più sentite condoglianze alla famiglia..... Taluni coratini proprio non ci rappresentano... Rispondi a Nancy

  • Carla ha scritto il 02 agosto 2018 alle 08:01 :

    Spero vivamente che le Telecamere erano funzionanti e disposte In tutta la piazza. Il comune di Corato le altre telecamere le ha per abbellimento.E poi si permette di spendere i soldi in stronzate.Corato è ormai da tempo fulcro di droga e prostituzione.Non sara'forse questo caso.Invito le forze dell'ordine a tal proposito a recarsi in piazza XX settembre dove è palese che in una palazzina si prelevino donne per cose losche.Oramai la Cattiveria dilaga costante tra gli uomini.In un'altra piazza dove ero,ieri sera,un uomo voleva alzare le mani su un'altro solo perché i figli stavano bisticciando e giocando tra loro.Chiedo a questo padre,ma che insegnamenti hai dato a tuo figlio?E poi tu andrai anche dalla maestra di tuo figlio a voler alzare le mani?questa è la realtà penosa. Rispondi a Carla