La nota

​Rifiuti e bracconaggio nel parco dell’alta Murgia

A ritrovarli sono state le Guardie per l'Ambiente

Cronaca
Corato martedì 28 novembre 2017
di La Redazione
​Rifiuti e bracconaggio nel parco dell’alta Murgia
​Rifiuti e bracconaggio nel parco dell’alta Murgia © Guardie per l'ambiente

Ancora rifiuti abbandonati sulla Murgia, stavolta in zona Sansanello. A ritrovarli sono state le Guardie per l'Ambiente.

«Si spendono tante belle parole. Ma, oltre alla luce, ci sono anche molte ombre. L’impegno non si avverte. Pur non mancando, in verità. Ma risulta del tutto insufficiente, anzi alcune volte vanno propri nel senso contrario» scrivono le guardie.

«Rifiuti abbandonati ed occultati nelle zone più impervie. Siamo, oggi, in zona Sansanello a Corato. A due passi tra ristoranti e note cantine vinicole. Arredamenti completi di cucina, piano cottura, lavatrice e lavastoviglie... venghino siori e siore... E poi tanti pensili accatastati proprio su quel poco di area murgiana che resta proprio dopo i ritagli dello “spietramento”. Poi ci sono gli immancabili rifiuti comuni. Sacchetti blu, gialli, bianchi con ogni variante dell’arcobaleno, che della frescura dell’arcobaleno poco portano alla natura».

Poi gli immancabili bracconieri, ormai liberi di penetrare il Parco nazionale praticamente certi dell’assenza di controlli. Infatti dopo la riorganizzazione del Corpo Forestale dello Stato, oggi Carabinieri forestali, e della “distruzione” della polizia provinciale delle guardie venatorie, il territorio è, nei fatti, praticamente incontrollato.

Una situazione paradossale, priva di tutele che impedisce uno sviluppo di un’area rurale bellissima ma che nei fatti resta è sarà un contenitore vuoto se non una puleggia per finanziamenti alle più variegate attività».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • anselmi giuseppe ha scritto il 02 dicembre 2017 alle 19:04 :

    ma come, non si riesce ad andare a funghi perche' un cittadino non e in possesso del famoso "tesserino" , che subito sei controllato e poi invece vedi queste porcherie .ma dove sono i signori che girano con la famosa gip........ Rispondi a anselmi giuseppe

  • francesco loiodice ha scritto il 02 dicembre 2017 alle 08:07 :

    Potrebbero essere portati da genti viciniora ,come è successo nella zona dei missili contrada di bitonto, che ha una discarica. Erano persone provenienti da toritto, cassano ,che non avendo dove smaltire materiale edile e quant'altro passando per la zona che contiene ancora delle gallerie dove erano ubicati missili nato scaricava tranquillamente per poi scendere verso Ruvo e tornarsene dalla 98 tranquillamente. Personalmente vedo che i coratini non hanno nessuna difficoltà a trasportare i materiali ferrosi al centro in via bisceglie perché è tutto predisposto per la ripartizione dei materiali. io pur essendo coratino abito distante Rispondi a francesco loiodice

  • Dario Balivo ha scritto il 28 novembre 2017 alle 12:21 :

    Si può essere tanto imbecilli? Stupidi mentecatti... Rispondi a Dario Balivo

  • Vin Cenzo ha scritto il 28 novembre 2017 alle 10:52 :

    Beh, non credo che la riorganizzazione del CFS nell’Arma oppure la “distruzione” della polizia provinciale, abbia portato ad una riduzione dei controlli...anzi! Il problema annoso è la mancanza di senso civico da parte dei cittadini che dovrebbero preservare la res comune... Rispondi a Vin Cenzo

  • Aldo ha scritto il 28 novembre 2017 alle 07:04 :

    Ormai non ci sono più parole... Siamo tutti precisini, moralisti, pieni di valori ma poi all'atto pratico, fatemelo dire, facciamo S C H I F O. C'è il centro raccolta rifiuti a due passi dal o dai paesi, che ci costa depositare lì i ns. "trofei"?! Mah... sarò un inetto ma proprio non capisco cosa ci spinge a compiere certi gesti. Comunque fin che la barca va lasciala andare... Rispondi a Aldo