Il fatto

Controlli della forestale, il Bar Duomo: «additati dalle malelingue, ma noi non c'entriamo nulla»

Il titolare pubblica il verbale che non indica anomalie: «eravamo semplicemente chiusi per ferie, come già programmato da oltre un mese. Se non si fa chiarezza si rischia un danno incalcolabile​»

Cronaca
Corato venerdì 13 ottobre 2017
di La Redazione
Il verbale dei carabinieri forestali relativo al Bar Duomo
Il verbale dei carabinieri forestali relativo al Bar Duomo © n.c.

«La gente è nel panico e noi ne paghiamo le conseguenze. Ma con le denunce dei carabinieri forestali non c'entriamo nulla».

Sono costretti a difendersi i titolari del Bar Duomo dopo che alcune voci - alimentate in molti casi dai social network - hanno indicato nella loro attività quella che sarebbe stata indagata in seguito ai controlli dell’operazione “Ice (S)Cream” condotti nel settore della produzione e commercializzazione del gelato e delle granite artigianali.

Com'è noto, sono state controllate circa 50 gelaterie su tutto territorio pugliese. In 17 casi i forestali hanno indagato i titolari per frode nell’esercizio del commercio. Stando a quanto riferito dalle autorità, una denuncia è partita anche nei confronti di un'attività ubicata a Corato.

Le forze dell'ordine non hanno però indicato il nome della gelateria in questione. Così è bastato un normale periodo di chiusura per ferie - proprio nei giorni in cui è stata diffusa la notizia dei controlli - per fare in modo che qualcuno indicasse nel Bar Duomo l'attività sanzionata.

«Si è divulgata la notizia fasulla che l’attività fosse stata chiusa per i controlli dei forestali, ma noi eravamo semplicemente chiusi per ferie come avevamo già programmato da oltre un mese - spiega il titolare dell'attività commerciale - e ora, purtroppo, stiamo pagando le conseguenze delle malelingue».

«A tutela delle nostra clientela, abbiamo deciso anche di rendere pubblico il verbale (nella foto in alto) del controllo effettuato nella nostra attività dagli stessi forestali. Dal documento non risultano alcuna anomalia.

Purtroppo se non si fa chiarezza si rischia un danno incalcolabile. Spero solo che questo stato di panico diffuso si plachi quanto prima - conclude - e che la gente torni serenamente, con tutta tranquillità e sicurezza, a consumare gelati più di prima, visto che c’è gente che lavora da quasi 50 anni con seri principi e professionalità».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Vasallucci lucia ha scritto il 14 ottobre 2017 alle 18:00 :

    In questo caso si parla di gelato e no di altro. Io ho sempre mangiato il loro gelato perché è il migliore in assoluto. Sono ancora viva.. bar duomo .. grazie di esistere Rispondi a Vasallucci lucia

  • DIEGO COZZOLI ha scritto il 13 ottobre 2017 alle 12:37 :

    grande Tonino !!! Rispondi a DIEGO COZZOLI

  • "salvatore di gennaro" ha scritto il 13 ottobre 2017 alle 12:23 :

    L'unica anomalia del bar Duomo era l'aver inibito il passaggio ai pedoni, essendosi praticamente appropriato del marciapiede. Come avviene in questi casi, il fattore economico prevale su quello etico, ma la colpa non è tutta del titolare, ma in special modo di chi gli aveva concesso l'autorizzazione a farlo. Questo succede quando il popolo è una "pecora" e non reagisce alle "stravaganze" amministrative, considerando tutto ciò che gli capita, solo puro "fatalismo". Ora però sembra che il discorso del passaggio sia rientrato (vedo infatti, quando è chiuso, sgombra dai tavolini, la rientranza), e quindi auguro al bar Duomo la prosperità che si merita. Il prossimo gelato lo andrò a gustare senz'altro da loro (purché il passaggio rimanga sempre aperto). Rispondi a "salvatore di gennaro"

  • Dimmi Dimmi ha scritto il 13 ottobre 2017 alle 11:19 :

    E per la chiusura del passaggio pedonale e per invalidi, sotto la struttura esterna al bar, come la mettiamo??? Rispondi a Dimmi Dimmi

Le più commentate
Le più lette