​«Una decisione importante che arricchisce non solo la nostra scuola ma anche il territorio di un percorso altamente formativo» scrivono dall’Oriani

L’Oriani diventa anche liceo delle scienze umane

La Regione Puglia ha concesso l’indirizzo allo storico liceo coratino

Attualità
Corato mercoledì 14 marzo 2018
di La Redazione
Liceo Oriani
Liceo Oriani © CoratoLive.it

Si arricchisce sempre più l’offerta formativa per i giovani coratini. Dal prossimo settembre all’Oriani ci sarà anche il liceo delle scienze umane.

«Con immenso entusiasmo e soddisfazione - scrivono dalla scuola - si comunica che la Regione Puglia con delibera n. 250 del 01/03/2018 ha concesso all’ IISS “Oriani-Tandoi” il liceo delle scienze umane.

Una decisione importante che arricchisce non solo la nostra scuola, ma anche il territorio di un percorso altamente formativo. Il nuovo indirizzo di studi sarà attivo già dal prossimo settembre.

Si ringrazia sentitamente la dirigente professoressa Angela Adduci, la quale ha fortemente creduto nella possibilità di ampliare in modo tanto significativo l'offerta formativa della nostra scuola. Un particolare ringraziamento va a Luigi Perrone, già senatore della Repubblica Italiana, che si è prodigato affinché il nostro paese avesse un’altra importantissima possibilità di scelta scolastica.

Gli interessati all'iscrizione al nuovo corso di studi potranno richiedere informazioni presso la segreteria della scuola».


«Nasce così un polo formativo umanistico di notevole spessore, in cui ai benefici della formazione classica si unisce la cultura antropologica, pedagogica, psicologica e sociologica, tanto necessarie e urgenti nell’orizzonte culturale odierno delle nuove generazioni per cogliere a pieno le sfide del futuro, attraverso lo studio del comportamento dell’uomo nella società e le relazioni con se stessi e con gli altri» commenta la dirigente, Angela Adduci.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 14 marzo 2018 alle 23:22 :

    Da vecchio liceale "pre '68", sono curioso di conoscere i programmi di questo nuovo indirizzo, pur immaginando materie come Sociologia, Psicologia, Etnologia, Antropologia Culturale, Biometria, Ecologia ed altre di ugual genere. La diversificazione delle varie scuole crea ragazzi dal comportamento differente, dove, chi frequenta un indirizzo umanistico, solitamente si distingue più positivamente. Occorrerebbe quindi una scuola di formazione iniziale uguale per tutti, col dar peso ad istituti di alto livello etico-educativo-nozionistico, per poi completare con gli ultimi due o tre anni nella esclusiva specializzazione scelta dallo studente. Ogni scuola dovrebbe essere abilitata ad essere variegata nei corsi, in modo da evitare viaggi e disagi per professori e studenti. Rispondi a salvatore di gennaro

  • brescia125 ha scritto il 14 marzo 2018 alle 16:15 :

    Una generazione di liceali. Ho le mie perplessità. Penso che il liceo delle scienze umane sia il più debole tra i Licei. è buono per " i genitori che vorrebbero i figli liceali ma..." e per evitare che le facoltà umanistiche non abbiano più studenti. Rispondi a brescia125