​«È finalizzata ad incrementare i livelli di sicurezza dell’intero sistema di emissione (anticlonazione e anticontraffazione in materia di documenti elettronici)» si legge sul sito del Comune

Anche per i coratini arriva la carta di identità elettronica

Dal prossimo 12 marzo i cittadini potranno richiederla presso l’Ufficio anagrafe insieme anche al modulo per indicare il consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti in caso di morte

Attualità
Corato giovedì 01 marzo 2018
di La Redazione
Carta di identità elettronica
Carta di identità elettronica © n.c.

Finalmente anche a Corato sarà possibile avere la nuova carta di identità elettronica. Dal prossimo 12 marzo i cittadini potranno richiederla nel nostro Comune, come sempre presso l’Ufficio anagrafe.

«La carta di identità elettronica (C.I.E.) è finalizzata ad incrementare i livelli di sicurezza dell’intero sistema di emissione (anticlonazione e anticontraffazione in materia di documenti elettronici)» si legge sul sito ufficiale. È stata introdotta dall’art. 10, comma 3 del D.L. 78/2015 recante “Disposizioni urgenti in materia di enti territoriali”, convertito dalla L. 6 Agosto 2015 N. 125, con funzioni di identificazione dei cittadini.

Dal 12 marzo quindi il Comune «non potrà più emettere il documento di identità in formato cartaceo, salvo casi eccezionali debitamente documentati». Le carte di identità in formato cartaceo rilasciate prima di quella data mantengono la propria validità fino alla scadenza.

Il nuovo documento di riconoscimento ha le dimensioni di una carta di credito ed è dotato di «sofisticati elementi di sicurezza che consentono di identificare il titolare tanto sul territorio nazionale quanto all’estero». Potrà essere utilizzato anche per accedere ai servizi erogati dalla pubblica amministrazione (pagamenti elettronici di verbali di illeciti, pagamenti di bollette, bolli auto, ticket sanitari).

Il documento potrà essere richiesto in qualsiasi momento e la sua durata varia a seconda delle fasce di età di appartenenza: 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per i maggiorenni.

Il progetto “Una scelta in Comune”
Per i cittadini maggiorenni è prevista anche la facoltà di indicare il consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti in caso di morte, informazione che sarà trasmessa automaticamente al Sistema informativo trapianti.

I coratini, alla richiesta della carta di identità, potranno domandare all’ufficiale di Anagrafe il modulo per la dichiarazione, esprimendo la propria volontà nel campo indicato. È sempre possibile cambiare idea sulla donazione perché fa fede l’ultima dichiarazione rilasciata in ordine di tempo e, nel caso in cui il cittadino intenda revocare o variare tale dichiarazione, dovrà rivolgersi alla Asl territorialmente competente.

Come ottenere la carta di identità elettronica
Per avviare la pratica necessario all’ottenimento del documento i cittadini dovranno prima provvedere al pagamento (tramite contanti sportello C.I.E; P.O.S sportello C.I.E.; ufficio economato): per il primo rilascio 22,50 euro (di cui 16,79 euro, comprensivi di spese di spedizione dello Stato; la rimanente somma (5,71 euro) per diritti fissi e di segreteria; per smarrimento/deterioramento 27,50 euro.

La prenotazione della carta potrà essere effettuata o presso gli uffici di piazza Cesare Battisti o via Gravina, 132. Inoltre accedendo ai Portali istituzionali http.//www.cartaidentita.interno.gov.it e https://agendacie.interno.gov.it/ il cittadino troverà tutte le informazioni utili.

Il giorno stabilito dalla prenotazione bisognerà presentarsi presso gli uffici comunali muniti di: ricevuta di pagamento; foto tessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto usb; tessera sanitaria.

In caso di primo rilascio, il cittadino dovrà mostrare un altro documento di identità in corso di validità, diversamente si dovrà essere accompagnato da due testimoni. Per il rinnovo o la duplicazione a seguito del deterioramento del documento, quest’ultimo dovrà essere consegnato all’operatore comunale. In caso di smarrimento o furto, servirà esibire la relativa denuncia depositata al commissariato di polizia di Stato o comando dei carabinieri.

La C.I.E, di norma, verrà consegnata all’indirizzo indicato entro sei giorni lavorativi dalla richiesta. Per richiedere il blocco della carta, occorrerà contattare il numero 800263388 fornendo nome, cognome, codice fiscale, numero della C.I.E se disponibile, estremi della denuncia presentata alle forze dell’ordine. Il servizio telefonico, valido solo per la nuova carta d’identità, sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 14.

I cittadini italiani residenti all’estero potranno richiedere il documento all’autorità funzionale competente nei casi di primo rilascio, deterioramento, smarrimento o furto del documento. La richiesta di rinnovo dovrà essere presentata sempre presso il proprio Comune di residenza o dimora.

Prima di eseguire il versamento e la prenotazione con l’operatore comunale, i cittadini dovranno verificare la corrispondenza tra i dati anagrafici riportati sulla tessera sanitaria con particolare riferimento al codice fiscale; indicheranno la modalità di ritiro del documento (consegna presso l’indirizzo indicato o ritiro in Comune); procederanno con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali; firmeranno il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale dei dati.
Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Nontengo Dinero ha scritto il 01 marzo 2018 alle 22:11 :

    A pagamento??? Ma state scherzando spero. Rispondi a Nontengo Dinero

    Gigi buffon ha scritto il 03 marzo 2018 alle 16:09 :

    Nessuno ci regala niente Rispondi a Gigi buffon

  • nerdrum ha scritto il 01 marzo 2018 alle 07:27 :

    nell'articolo manca la notizia che, x questa nuova incombenza saranno precettati, con regolare cartolina di richiamo in servizio, come nelle forze armate, tre ex dipendenti recentemente pensionati....... perchè "the show must go on" Rispondi a nerdrum