«Un grande piacere»: così il sindaco Mazzilli ha definito il gesto di assegnare questi riconoscimenti ai carabinieri che si sono distinti durante il loro servizio

«Corato è grata ai carabinieri»

«Con la consegna degli encomi celebriamo il piacere della vicinanza nel lavoro di ogni giorno per la comunità cittadina» ha esordito il primo cittadino

Attualità
Corato sabato 24 febbraio 2018
di La Redazione
Il Comune conferisce gli encomi ai carabinieri
Il Comune conferisce gli encomi ai carabinieri © CoratoLive.it

Un uomo colto da malore all’interno del parco comunale, una donna scippata e due persone che avevano tentato di togliersi la vita. Sono alcuni dei cittadini aiutati dai carabinieri che questa mattina in sala consiliare hanno ricevuto gli encomi: brigadiere capo Emilio Capitelli, vice brigadiere Michele Pastore, vice brigadiere Cataldo Mastrapasqua, gli appuntati scelti Massimo Adamo e Francesco Mazzilli. Al comandante Zona invece, l’encomio solenne.

«Un grande piacere»: così il sindaco Mazzilli ha definito il gesto di assegnare questi riconoscimenti ai carabinieri che si sono distinti durante il loro servizio.

«Sono momenti in cui celebriamo il piacere della vicinanza nel lavoro di ogni giorno per la comunità cittadina - ha esordito il primo cittadino - Premiamo dei gesti che si fanno perché si è spinti nell'aiuto verso l’altro, un movimento dell’animo prima di tutto.

Questo gesto rappresenta la gratitudine che la città ha nei confronti dei militari dell'Arma. Al controllo si abbina sempre la sensazione di sicurezza che i cittadini percepiscono. In un periodo di grande sfiducia questo rapporto costante di dialogo e confronto è alla base del nostro operato. Ai cittadini, soprattutto ai più giovani, chiedo il rispetto per le istituzioni: sono una garanzia per la nostra città».

«Nel complesso meccanismo della sicurezza un ruolo fondamentale viene attribuito al cittadino che ha la possibilità, anche in maniera informale, di fornirci della segnalazioni utili: è quella che si definisce “sicurezza del buon vicinato» ha detto il colonnello Vincenzo Molinese, comandante provinciale dei carabinieri.

«Il nostro compito - ha commentato il luogotenente Pietro Zona, comandante della locale stazione dei carabinieri - è far sentire sicuri e tranquilli i cittadini, dobbiamo proteggere figli e genitori. Quest’anno abbiamo avuto anche un ottimo risultato di tipo repressivo: abbiamo dato una forte risposta alla criminalità che, pur non essendo organizzata, dà fastidio alla cittadinanza. Teniamo la situazione a bada».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • pino anselmi ha scritto il 01 marzo 2018 alle 11:53 :

    tanto di cappello a tutti i carabinieri che rischiano sempre la loro vita e il loro coraggio ad affrontare situazioni non tanto facili.complimenti. Rispondi a pino anselmi

  • Mariapia Lastella ha scritto il 25 febbraio 2018 alle 16:32 :

    Desidero esprimere il mio più vivo apprezzamento ai carabinieri presenti alla cerimonia, complimentandomi per il coraggio e virtù civiche. Rispondi a Mariapia Lastella

    Aldo ha scritto il 25 febbraio 2018 alle 21:05 :

    Sono solo frasi dette per la circostanza. Servono i fatti. Personalmente nn accetto i complimenti. Rispondi a Aldo

  • salvatore di gennaro ha scritto il 25 febbraio 2018 alle 10:18 :

    La divisa, anche quando non imposta ma è frutto di una scelta volontaria, condiziona la persona per tutta la vita. Io ne so qualcosa, essendo rimasto attaccato al senso del dovere che essa mi ha impresso. Ma ha avuto anche un'efficacia nei confronti di chi l'uniforme l'ha indossata solo per svolgere il servizio di leva: il senso del cameratismo, del patriottismo, della disciplina, lo ha forgiato ed accompagnato per tutta la vita. Demagogica ed influenzata da stupide ideologie, la decisione di abolire la "naia": per un popolo incline, per natura, all'anarchia, il devastante risultato si è fatto in breve tempo vedere. Comunque le meritorie Forze dell'ordine, per come la società si è trasformata, sono sempre di numero assai esiguo, ed occorrerebbe incrementarle di molto. Rispondi a salvatore di gennaro

  • nerdrum ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 19:10 :

    In una società dove tutto è ambiguo, popolata di voltagabbana, marchettari, intrallazzati, inaffidabili.... una sicurezza l'abbiamo.....l'arma dei carabinieri. Rispondi a nerdrum

  • Grazia Balducci ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 16:43 :

    Attendo un Encomio anche a chi palesemente non rispetta un provvedimento del sindaco e ci espropria di un bene comune! Rispondi a Grazia Balducci

    Corato o doc ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 20:10 :

    Comunque il fenomeno Delle autovetture bruciate di notte non riescono a debellarlo.o la notte si dorme e non si deve pretendere niente Rispondi a Corato o doc

  • Il gladiatore ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 13:59 :

    Complimenti al grande Aldo Mastrapasqua!!! Rispondi a Il gladiatore

  • Gaetano Bucci ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 12:53 :

    L'encomio ai carabinieri della stazione di Corato e al comandante Pietro Zona è senz'altro meritato. Ho avuto modo di constatarne la disponibilità e la professionalità. Complimenti. Va comunque aggiunto che per garantire in pieno la sicurezza dei cittadini va aumentato il personale in servizio, implementati i mezzi a disposizione e, soprattutto, migliorato il coordinamento tra le diverse forze, sia pubbliche che private. Rispondi a Gaetano Bucci

  • Ferrara Cataldo ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 12:37 :

    Oggi si è celebrato una cerimonia importantissima, non tanto per gli attestati di stima e riconoscenza consegnati ai carabinieri mertitatissimi, ma quanto per dimostrare che dietro la divisa c'è l'uomo con tutta la sua umanità e abnegazione di servizio, e sì, perché chi indossa una divisa la sposa, la sente sua e interviene in tutte le circostanze per salvare una vita umana. In questo l'amministrazione del sindaco Mazzilli e tutto il centrodestra è e sarà sempre a favore dell'uomo in divisa piuttosto che a favore dei manifestanti che lanciano bombe carta con chiodi e pezzi di lamiera, o massacrano un carabiniere, o maltrattati i militari di strade sicure. Viva le forze dell'ordine e armate., viva i carabinieri, viva Corato. Complimenti a tutti voi. Rispondi a Ferrara Cataldo

  • Giuseppe BOVINO ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 11:55 :

    Grande Aldo Mastrapasqua! Rispondi a Giuseppe BOVINO

    Cataldo ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 17:30 :

    Grazie Giuseppe collega e amico. Grazie anche a tutti quelli che, per assistere alla mia ricompensa, hanno ritagliato un po di tempo dai loro impegni, segno di stima. Sappiate di poter contare sempre su di me come uomo e come CARABINIERE. Grazie V. Brig. MBVC MASTRAPASQUA Cataldo. Rispondi a Cataldo

    Ss ha scritto il 24 febbraio 2018 alle 21:42 :

    Sindaco Vuole Concedere un encomio anche ai cittadini,che sono così indifferenti al problema delle auto bruciate ,che ormai da 3 anni vi attanaglia..... Rispondi a Ss