L'esercitazione

Scontro fra aereo e autobus. Ma è una simulazione

Sercorato in prima linea nelle prove dei soccorsi. La simulazione è stata effettuata nell'aereoporto di Bari: l’esperimento prevedeva che in seguito alla collisione, una cinquantina di persone sarebbero rimaste ferite

Attualità
Corato sabato 03 febbraio 2018
di La Redazione
La simulazione di uno scontro fra aereo e autobus, Sercorato in prima linea nei soccorsi
La simulazione di uno scontro fra aereo e autobus, Sercorato in prima linea nei soccorsi © Sercorato

Una collisione tra un'aereo-boing di linea ed un autobus di pista: scatta l’emergenza. Per fortuna, però, è solo una simulazione. Una prova che, nella notte fra il 31 gennaio e il 1° febbraio, ha tenuto impegnati i veicoli sanitari della Pubblica Assistenza Sercorato. All’opera il personale qualificato che si trova a bordo delle ambulanze di rianimazione.

La simulazione è stata effettuata nell'aereoporto di Bari/Palese: l’esperimento prevedeva che in seguito alla collisione tra i due mezzi, una cinquantina di persone sarebbero rimaste ferite con codici rosso, giallo e verde.

Per i soccorsi, oltre ai veicoli sanitari del Sercorato c’erano altre sei associazione non di paesi limitrofi e i vigili del fuoco. Il coordinamento della centrale operativa 118 Bari era diretta dal dottor Gaetano Dipietro.

Nella simulazione i passeggeri sono stati prima soccorsi e recuperati dall'aereo, trasportati presso il posto medico avanzato e poi successivamente negli ospedali più vicini. Un'operazione conclusa alle 3 del mattino.

«Siamo sempre in prima linea dal novembre 1980, 37 anni tra la gente, con la gente per la gente, a disposizione della cittadinanza che soffre» conclude il presidente, Fedele Tarantini.

Lascia il tuo commento
commenti