La conferenza stampa prima del concerto

Gigi D'Alessio a Corato: «Qui mi sento in famiglia»

Grande accoglienza in sala verde per il cantante napoletano

Attualità
Corato domenica 31 dicembre 2017
di La Redazione
Gigi D'Alessio a Corato: «Qui mi sento in famiglia»
Gigi D'Alessio a Corato: «Qui mi sento in famiglia» © CoratoLive.it

Accoglienza calorosissima per Gigi D’Alessio che poco prima delle 20 ha raggiunto la sala verde del Comune di Corato per la conferenza stampa. Grande soddisfazione per il sindaco Mazzilli che all’artista napoletano ha chiesto una cosa in particolare: «che quella di oggi sia una festa di piazza, che lasci il sorriso sul volto delle persone. Perché tutto vada per il meglio chiedo la collaborazione a tutti».

Al fianco del sindaco, anche Luciano Tarricone per Radio Selene: «felicissimi di questa collaborazione con Gigi e il suo grande staff: non capita sempre di incontrare sul campo persone così professionali».

«Avevo dichiarato al Mattino di Napoli che avrei fatto il capodanno in famiglia: non ho sbagliato. Stare in Puglia è come stare tra i zii e cugini - ha esordito D’Alessio - In Puglia si sta bene, si mangia e si respira bene. Mi avete messo in mezzo ai grandi, spero di essere all’altezza».

E pensando al repertorio, la risposta non lascia spazio ai dubbi: «il mio obiettivo è far cantare il pubblico, racconterò i miei 25 anni di carriera» ha annunciato D’Alessio. Non resta che aspettare la mezzanotte per ascoltare dal vivo la sua voce.

Il video integrale della conferenza stampa (l'inizio dal minuto 23)

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore di gennaro ha scritto il 02 gennaio 2018 alle 05:56 :

    Ora che si sta affievolendo l'eco del Capodanno, è giusto dire qualcosa: tralasciando il motivo per il quale al bravo Gigi è saltato l'accordo sul 31 notte con Mediaset, questo è stato, mi auguro, il "canto del cigno", almeno a livello locale, di una concezione non più attuale nei confronti del popolo, considerato un semplice "assetato di spensieratezza e divertimento". Abitando di fronte al Comune ho seguito, nolente o volente, l'esibizione dell'artista: al di là di un paio di canzoni adatte all'atmosfera, nelle altre venivano espresse la malinconia e la passionalità classiche partenopee. Corato, che vuole evidenziarsi, dovrebbe invece distinguersi, nel circondario, per l'educazione di tutta la gente. E per raggiungere tale obiettivo, non servono solo manifestazioni di giubilo. Rispondi a salvatore di gennaro