​Entrerà in funzione nei prossimi giorni

L'occhio elettronico vigila sui "furbetti del tagliandino"

Presentato questa mattina lo “Street control”, la nuova tecnologia in grado controllare in tempo reale se un veicolo è provvisto di copertura assicurativa, o è stato revisionato o, ancora, se è parcheggiato in divieto di sosta

Attualità
Corato giovedì 21 dicembre 2017
di La Redazione
Presentato lo
Presentato lo "Street control" © CoratoLive.it

Entrerà in funzione nei prossimi giorni e promette di rendere più rapidi e agevoli i controlli della polizia locale.

È lo “Street control”, ovvero la nuova tecnologia in grado controllare in tempo reale se un veicolo è provvisto di copertura assicurativa, o è stato revisionato o, ancora, se è parcheggiato in divieto di sosta.

La verifica viene effettuata attraverso una telecamera montata sulla tettoia della volante che, mentre la pattuglia percorre le strade della città, è in grado leggere le targhe dei veicoli ed effettuare il controllo attingendo ai dati della Motorizzazione.

La nuova apparecchiatura è stata presentata questa mattina dal sindaco Massimo Mazzilli, dall’assessore alla polizia urbana, Francesco Scaringella, e dal comandante dei vigili, Paolo Milillo.

Come funziona
La telecamera è montata sull’angolo anteriore destro della tettoia della volante e, all’interno, è collegata ad una sorta di tablet sul quale compaiono le immagini e i dati. «Prima di partire lo “street control” viene impostato e inclinato in base al tipo di controllo che deve essere effettuato» ha spiegato il comandante Milillo durante un giro illustrativo sulla volante. «Man mano che la pattuglia procede e inquadra le targhe dei veicoli, sul tablet compaiono in tempo reale le icone che indicano l’esito del controllo, a seconda della regolarità o meno dell’assicurazione o della revisione: il verde indica che è tutto regolare, mentre il rosso ravvisa un’anomalia. Se per qualche motivo la telecamera non riesce a leggere la targa, l’icona si colora invece di arancione.

Nel caso in cui venga rilevata un’anomalia, non vengono erogate sanzioni in automatico, ma iniziano i relativi approfondimenti che variano in base al tipo di controllo. Se si tratta di un veicolo in marcia, occorre di regola effettuare una contestazione immediata. Lo stesso avviene nel caso in cui vi sia un veicolo in divieto di sosta con il conducente all’interno. Negli altri casi, invece, quando l’agente tornerà al Comando, scaricherà tutti i dati registrati dalla telecamere e completerà l’accertamento per capire se l'infrazione è confermata oppure no. Invitando il conducente, ad esempio, a mostrare i documenti per avere contezza della effettiva situazione del veicolo. Se l'anomalia è confermata, parte quindi la sanzione.

Al momento lo "Street control" in dotazione al Comando coratino è solo uno. Dopo una prima fase, verrà valutato l'acquisto di ulteriori apparecchiature.

«Si tratta di uno strumento non vessatorio, ma a tutela della cittadinanza non solo per il controllo di assicurazioni e revisioni, ma anche per una serie di altre situazioni come ad esempio, le rampe per i disabili spesso occupate dai veicoli in sosta» ha affermato l'assessore alla polizia urbana, Francesco Scaringella. «I cittadini saranno comunque avvisati ogni volta in cui la telecamera verrà utilizzata, proprio perché non si vuole fare cassa ma rendere un servizio.

«Allo "Street control" si aggiunge anche il nuovo sistema radio geolocalizzato, utilizzato dai vigili per la sicurezza di operatori e cittadini» ha sottolineato il sindaco Massimo Mazzilli. «Questa nuova tecnologia va incontro alle richieste degli stessi cittadini che vogliono maggiori controlli. Speriamo serva come deterrente, perché meno sanzioni eleveremo, più vorrà dire che lo strumento funziona».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Raffaele falco ha scritto il 25 dicembre 2017 alle 16:55 :

    Spero che questo congegno spaventi i tanti maleducati che tranquillamente parcheggiano nelle immediate vicinanze dei semafori, gli intelligenti che parcheggiano in doppia fila su via trani, via don minzoni e vua mangilli Rispondi a Raffaele falco

  • salvatore di gennaro ha scritto il 22 dicembre 2017 alle 14:07 :

    "falco m." ha notato l'incongruenza: infatti è contraddittorio il voler riportare un po' d'ordine sulle strade, coll'informare invece i cittadini sul momento in cui tale tentativo verrà attuato. C'è infatti, da parte delle istituzioni, il timore di essere o di apparire troppo "normali", troppo "ortodossamente sconvolgenti", data l'anomalia sociale alla quale si è arrivati e alla quale ci si è ormai abituati... Rispondi a salvatore di gennaro

  • Coratino attento ha scritto il 22 dicembre 2017 alle 10:30 :

    Che bel modo di fare cassa.......complimenti ! Rispondi a Coratino attento

  • falco m. ha scritto il 22 dicembre 2017 alle 08:36 :

    avvisare dove e quando si fanno le ispezioni con l'apparecchiatura " CONTROLLI STRADALI" é una vera e propria "CARICATURA " ed un segno di debolezza nel dover fare applicare le regole .Nella vita le cose si fanno o si evita di perdere tempo . Rispondi a falco m.

  • Antonio A. ha scritto il 21 dicembre 2017 alle 23:01 :

    Ma dopo le 22.30 girerà quest'auto munita di street control? O, come accade per i vigili, non ci sarà traccia dopo codesta ora? Visto che in ZONA ZTL dopo le 23 tanti parcheggiano entrando, in retromarcia, da via mercato... Rispondi a Antonio A.

  • fiorenzospina ha scritto il 21 dicembre 2017 alle 22:39 :

    che bel deterrente. Se avvisi i furbetti provvedono quando invece lo street control non c'è i topi ballano. Ma se uno non ha nulla da temere perchè dovrebbe aver paura di questo affare? Rispondi a fiorenzospina

  • salvatore di gennaro ha scritto il 21 dicembre 2017 alle 17:18 :

    Se non si blocca subito il veicolo non assicurato o non revisionato, serve a poco, la sanzione. Riguardo ai divieti di sosta, rinnovo l'invito a rivedere la dottrina che ha ispirato le piste ciclabili, e lo dico da fruitore assiduo della due ruote a pedali: non si può, penso, monopolizzare un tratto di strada 24 ore su 24 o in condizioni meteo proibitive (allorquando, cioè, non circola una sola bici), togliendo parcheggi utili a chi deve fare acquisti. Rispondi a salvatore di gennaro

  • padovano domenico ha scritto il 21 dicembre 2017 alle 15:27 :

    CHE BELLA,INIZIATIVA,VISTO,CHE CE' MANCANZA,DI VIGILI,FARA' TUTTO,IL STRET CONTROL,SPECIALMENTE PER I DIVIETI DI SOSTA,E GLI SCIVOLI,SUI MARCIAPIEDI DEI,DISABILI,SI E' VISTO SUBITO,LA PROFESSIONALITA',DEL NUOVO COMANDANTE,VORREI SOLO SAPERE,MA LO,STRET CONTROL,NONO POTREBBE ANCHE RILEVARE,LE BUCHE,E PASSARLE ,AL SIGNOR SINDACO,GRAZIE. Rispondi a padovano domenico

  • Luigi Cialdella ha scritto il 21 dicembre 2017 alle 15:20 :

    Sì avvisiamo la popolazione dell'utilizzo dello street control, anzi continuiamo a scendere dai veicoli di servizio e chiamare i proprietari dei veicoli, anche citofonando ai loro civici! Udire le parole dell'assessore mi lasciano ESTEREFATTO. Io se non trovo parcheggio lascio il mio veicolo lontano ma in condizione di regolare parcheggio, quindi se un automobilista si ritroverà un verbale sarà a suo discapito il mancato corretto rispetto delle regole e del codice della strada. Portatelo nelle traverse di Via M. R. Imbriani e sanzionate i "proprietari" delle strade visto che lì gli automobilisti indisciplinati sono i veri padroni della pubblica via! Rispondi a Luigi Cialdella