La lettera aperta

Treni, Legambiente chiede aiuto alle scuole per costruire una "mappa del disagio ferroviario"

Una nuova campagna per sensibilizzare le istituzioni scolastiche che hanno problemi per gli studenti, i docenti e tutto il personale

Attualità
Corato giovedì 09 novembre 2017
di La Redazione
Un treno della Bari Nord
Un treno della Bari Nord © CoratoLive.it

Lo scorso 7 novembre, nel corso di un seminario di aggiornamento per giornalisti e docenti a Trani, il circolo Legambiente di Corato ha consegnato nelle mani del Magnifico Rettore, professor Felice Antonio Uricchio, una lettera che contestualmente è stata inviata a tutti gli istituti di ogni ordine e grado della tratta ferroviaria che comprende Andria, Bari, Barletta, Bitonto, Corato, Ruvo e Terlizzi.

L'obiettivo è quello di costruire «una mappa delle difficoltà e delle criticità, chiedendo collaborazione agli istituti scolastici, mandando contestualmente una email a Ferrotramviaria e a Legambiente»

«La nostra associazione fa tutto questo - dichiara il presidente, Pino Soldano - per portare le tante voci dei pendolari in una voce sola, per spiegare ed argomentare il bisogno di mobilità sostenibile. Auspichiamo una piena collaborazione per promuovere una forma di cittadinanza attiva per cercare di risolvere insieme un problema importante delle nostre comunità».

Questo il testo della lettera aperta a firma di Giuseppe Soldano.

«In questo ultimo anno, il circolo Legambiente di Corato sta segnalando ad ogni livello le difficoltà che i viaggiatori vivono quasi quotidianamente per spostarsi tra le città della tratta ferroviaria interessata dalle ferrovie in concessione. Studenti e docenti ogni giorno vivono varie forme di disagio, di cui la nostra associazione si è fatta portavoce ad ogni livello istituzionale e democratico. Pertanto, Vi saremmo grati nell’interesse dell’istituzione formativa che presiedete di inviare una email reclami@ferrovienordbarese.it e contestualmente di inviarlo anche a noi a legambientecorato@gmail.com per manifestare le varie situazioni di difficoltà, che riscontra la comunità scolastica per costruire una mappa sinottica del disagio.

Saremmo grati di fare tutto questo per favorire, quanto prima, il ripristino della linea ferroviaria. Il nostro territorio necessita di un sistema di trasporto ecosostenibile. Siamo certi della Vostra disponibilità e della Vostra attenzione per cercare di rilanciare un bene comune e un sistema di mobilità sostenibile. Cerchiamo di rilanciarlo insieme. Legambiente è al Vostro fianco, avendo nella nostra associazione un interlocutore veramente interessato ad attivare processi civili».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette