​Si fermano i lavori

La nuova piazza Di Vagno (a metà)

Questa mattina, dopo aver completato le opere nella parte della piazza rivolta verso via Duomo, gli operai hanno smantellato parte della recinzione del cantiere

Attualità
Corato venerdì 11 agosto 2017
di La Redazione
La nuova piazza Di Vagno (a metà)
La nuova piazza Di Vagno (a metà) © CoratoLive.it

Finalmente piazza Di Vagno torna ad essere vivibile, almeno in parte. Questa mattina, dopo aver completato le opere nella parte della piazza rivolta verso via Duomo, gli operai hanno smantellato parte della recinzione del cantiere.

Per loro quello di oggi è l’ultimo giorno di lavoro prima delle ferie estive: al loro rientro, dovranno ultimare la pavimentazione dell'altra metà della piazza, quella che - dopo il crollo dei diversi edifici storici presenti - era adibita a parcheggio.

Un parziale riapertura che, si spera, potrà iniziare a far rifiatare non solo chi percorre abitualmente quel tratto del centro storico, ma anche i commercianti.

Come ribadito più volte dall'amministrazione comunale, l’opera di riqualificazione della piazza e delle vie che si trovano nelle immediate vicinanze dovrà essere conclusa entro il 30 novembre.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Lucia lu ha scritto il 13 agosto 2017 alle 16:31 :

    Come al solito un ammasso di cemento...provate ad uscire da Corato e fatevi un'idea di come si fanno le aree pubbliche, con aiuole, piante, siepi e non solo mattoni, mattoni e un alberello povero e sconsolato! Non serve andare molto lontano, Ruvo, Trani, Bisceglie.... Rispondi a Lucia lu

  • Cittadino deluso ha scritto il 11 agosto 2017 alle 19:37 :

    Scusate... ma il verde dov'è??? È stato almeno previsto.....????????? Rispondi a Cittadino deluso

  • Vito Questo ha scritto il 11 agosto 2017 alle 15:12 :

    Le cose a metà... Mó vuoi vedere che bisogna anche dire grazie e inchinarsi con tanto di sorriso ai potenti di turno??? Questa lungaggine dei lavori è stata una vera vergogna. Poveri commercianti... Rispondi a Vito Questo

  • Leo75 ha scritto il 11 agosto 2017 alle 13:44 :

    Secondo me è il momento di aggiornare i dehors o meglio il regolamento occupazioni spazio pubblico che fa acqua da tutte le parti. Specie per quanto riguarda i controlli. Paradossalmente con una efficacie regolamentazione sarebbero tutelate le attività ivi presenti. Solo se questa regolamentazione tendesse a raggiungere un serio e reale equilibrio tra le esigenze della comunità (godimento degli spazi pubblici, ordinati e puliti, controllo sugli schiamazzi notturni, controllo sulle emissioni odorigene e acustiche in orari prestabiliti) e le esigenze delle attività commerciali questo sforzo non andrebbe vano. Politici e dirigenti è una occasione da cogliere a mio avviso. Rispondi a Leo75

  • "salvatore di gennaro" ha scritto il 11 agosto 2017 alle 12:57 :

    Riqualificare la piazza. E la gente? Ogni notte, fino ad oltre le due della mattina, si intrattengono, sui sedili di pietra posti di fronte alla chiesa Incoronata, delle persone con una mezza dozzina di bambini vocianti. Il mio primo pensiero è per i loro vicini di casa, che sicuramente non rimarranno insensibili al rumoroso rientro notturno di queste, chiamiamole, persone. Ma poi: dove si era mai vista, in epoca di normalità sociale (fino a una cinquantina di anni fa), una simile assurdità? Ed il caldo non è una giustificazione, altrimenti, in quel posto e a quell'ora, doveva esserci mezza Corato, e non sempre la stessa famiglia. Rispondi a "salvatore di gennaro"

    falco ha scritto il 11 agosto 2017 alle 15:55 :

    A corato regna disordine ed anarchia, ormai non c'é scampo , RITIRATA ? Rispondi a falco

  • Rino Colucci ha scritto il 11 agosto 2017 alle 11:51 :

    Ma gli scivoli per i disabili dove sono? Rispondi a Rino Colucci

Le più commentate
Le più lette