E’ possibile devolvere un contributo utilizzando il codice iban numero IT 95 V 01030 41470 0000 6315 5882 intestato a “Parrocchia di Santa Maria Greca”, codice Bic Pascitm1b88, indicando la causale "Arco Santa Rita"

Nuova vita per l’arco di Santa Rita, CoratoLive.it lancia una raccolta fondi per il restauro

Il nostro giornale promuove una campagna di raccolta fondi per la realizzazione dei lavori di ripristino dell’arco, provvedere al restauro del dipinto su tela di Santa Rita e far realizzare una nuova statuetta della Madonna Addolorata

Attualità
Corato martedì 15 dicembre 2015
di La Redazione
Arco di Santa Rita
Arco di Santa Rita © CoratoLive.it

Lì dove l’inciviltà distrugge, l’arte e l’amore per la propria terra creano. E così sarà anche per l’arco di Santa Rita, balzato agli onori della cronaca a giugno prima - perché qualcuno aveva rubato la Madonnina custodita lì da tempo - e ad ottobre poi per gli atti di vandalismo messi in atto contro l’installazione artistica che raccontava proprio quel furto.

Dopo pochi giorni dall’accaduto CoratoLive.it - che da anni ha fatto del centro storico la propria sede - ha pensato di promuovere una campagna di raccolta fondi per la realizzazione dei lavori di ripristino dell’arco, provvedere al restauro del dipinto su tela di Santa Rita e far realizzare una nuova statuetta della Madonna Addolorata.

Il progetto - che prevende un costo complessivo di 2.500 euro - è stato condiviso dai proprietari degli edifici che si affacciano sull’arco e da chi materialmente realizzerà i lavori.

Entusiasmo per l’iniziativa è stato espresso anche da don Sergio Pellegrini, parroco della chiesa di Santa Maria Greca, che si occuperà della benedizione delle opere.

«Come già accade in molte parti del mondo, i cittadini si schierano al fianco dell’amministrazione pubblica per provare a rendere migliore l’ambiente in cui si vive. Questa raccolta fondi è una sorta di partecipazione a nuove forme di mecenatismo, piccole oblazioni volontarie che servono a rendere più bella la nostra città.

Speriamo che questa iniziativa sia la prima di una lunga serie, che aiuti i cittadini a riscoprire il patrimonio - troppo spesso nascosto - che la nostra Corato possiede da sempre e aspetta solo di essere valorizzato» commenta Vincenzo Cifarelli, editore di CoratoLive.it insieme a Luigi Cialdella e Fabio Ferrante.

L'arco rinascerà il 24 dicembre, durante le attività della “Matìne de la chiazze”.

Per portare a termine il progetto è necessario il sostegno economico di tutti. Chi vuole può devolvere il proprio contributo utilizzando il codice Iban IT 95 V 01030 41470 0000 6315 5882 intestato a “Parrocchia di Santa Maria Greca”, codice Bic Pascitm1b88, indicando la causale "Arco Santa Rita".

I nomi di coloro che vorranno contribuire con donazioni dai cento euro in su verranno scolpiti su una stele posizionata nei pressi dell'arco.

Lascia il tuo commento
commenti