Sentiremo ancora parlare di queste giovani promesse della musica

Corato Music Square, trionfano i Vinyl Sins. Apriranno il concertone di Capodanno. Le immagini

Per i vincitori anche la possibilità di incidere un disco, dal valore di 1500 euro. Medaglia d'argento per i The Weaving; gradino più basso del podio per i barlettani dei Jesus Marja

Spettacolo
Corato domenica 09 agosto 2015
di Giuseppe Gallo
Corato Music Square, trionfano i Vinyl Sins. Apriranno il concertone di Capodanno
Corato Music Square, trionfano i Vinyl Sins. Apriranno il concertone di Capodanno © CoratoLive.it

 

Sarà il quintetto rock dei Vinyl Sins ad inaugurare il tradizionale concerto di Capodanno, esibendosi prima dell'artista di rilievo nazionale che Corato ospita ogni anno.

Il gruppo formato da Alessandro Fariello (voce), Aldo Roselli, Alessandro Loiodice (chitarra), Vitantonio Tarantini (basso) e Vincenzo Lafiandra (batteria) sarà sicuramente in grado di scaldare la piazza anche in una delle notti più fredde dell'anno.

Lo farà grazie all'esplosività dentro e fuori dal palco, ma soprattutto grazie alla sua musica senza tempo, analogica, solida, tangibile e dotata di una certa materialità proprio come quella registrata sui vinili.

I microsolchi come lussurioso oggetto di culto ispirano dunque le sonorità della scatenata band che ha vinto la seconda edizione del contest musicale organizzato dal comune di Corato e dal Forum dei giovani.

Un'edizione che ha visto la partecipazione di ben sei gruppi, tutti giovani e tutti portatori sani della voglia di “far casino” sotto la conduzione di Rossella Cipri e di Davide, speaker di The crazy Radio. Non semplici cover band, ma gruppi già abbastanza maturi da saper comporre brani inediti.

La finale di ieri sera in piazza Sedile – oltre che dai vincitori - ha visto contendersi lo scettro dal punk moderno dei Jesus Marja di Barletta, che sono saliti sul gradino più basso del podio, e dai coratini The Weaving, medaglie d'argento capaci di spaziare tra sonorità grunge e tocchi di lirismo gotico.

La sfida è stata dura e la decisione della giuria – composta dal fonico Felice Ferrara, dalla giornalista Lucia De Mari, dal vicesindaco Francesco Scaringella, dal maestro Luigi Palumbo e dal presidente del Forum dei giovani Luigi Menduni - altrettanto ardua. Stili e talenti diversi a confronto hanno animato una piazza affollata, attenta e ricettiva.

Il verdetto finale, come nelle altre serate, è stato emanato grazie anche alla partecipazione del popolo di Facebook che, a suon di “mi piace”, ha sostenuto i propri preferiti.

Insieme ai giurati, tutti piacevolmente colpiti dalle prodezze dei concorrenti, anche il sindaco Mazzilli non cela la soddisfazione per una serata che l'ha fatto divertire, prima di scattare dal palco un maxi selfie di gruppo: «Credo che alcuni di loro li vedremo in altri contesti ben più importanti; un plauso a loro ma anche ai genitori che li hanno spronati allo studio della musica».

Per tutti i contendenti l'incoraggiamento ad andare avanti così e a non smettere mai di migliorarsi.

I vincitori, con il loro repertorio che attinge a piene mani dal classic rock dei Queen, di Jimi Hendrix e degli AcDc, animano la piazza come vere rockstar scendendo a suonare e cantare tra il pubblico, col quale scherzano in maniera un po' guascona, mandando in prima linea e lasciando il meritato spazio alla voce di Fariello e alla chitarra di Roselli.

Per i Vinyl Sins, oltre all'apertura del concerto che darà il benvenuto al 2016, anche l'opportunità di incidere un disco dal valore di 1500 euro.

Sentiremo ancora parlare di queste giovani promesse della musica.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette