​Il manifesto

Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega e Noi con l'Italia avviano «un nuovo percorso politico»

Una decisione nata «dall’esigenza di costituire e di rinforzare un rinnovato centrodestra nell'interesse della Città, e in una prospettiva di governo che superi l'attuale mandato amministrativo»

Politica
Corato giovedì 09 agosto 2018
di La Redazione
Consiglio comunale
Consiglio comunale © CoratoLive.it

Alleanze in vista delle amministrative 2019. Nella prossima primavera si tornerà alle urne per eleggere il governo cittadino e, in questa prospettiva, Forza Italia, Fratelli D'Italia, Lega e Noi con l'Italia firmano un manifesto condiviso: per «garantire in futuro quella stabilità politica e amministrativa di cui la Città ha urgente bisogno».

Di seguito il testo del manifesto.

«Guardiamo avanti. L'esigenza di costituire e di rinforzare un rinnovato centrodestra nell'interesse della Città, e in una prospettiva di governo che superi l'attuale mandato amministrativo, ci ha indotto ad avviare da tempo un nuovo percorso politico che vede protagonisti i Partiti che già hanno ben figurato nelle elezioni politiche del 4 marzo.

Puntiamo alla costituzione di una grande e forte coalizione che si proporrà alla guida della Città per le prossime elezioni amministrative comunali.

Forza Italia, Fratelli D'Italia, Lega e Noi con l'Italia rappresentano la solida base costituita da partiti nazionali, tuttavia non si esclude la possibilità di aprire ai movimenti civici che si riconoscono nel quadro politico di centrodestra.

Per questo cercheremo l'inclusione di quanti vorranno costruire un progetto comune che sappia creare nuovi presupposti per lo sviluppo economico e sociale della nostra comunità.

È chiaro che tale iniziativa pone le basi su rapporti di stima e leale confronto reciproco tra le forze, in modo da escludere le incomprensioni e i malumori che hanno caratterizzato il percorso dell'amministrazione che si sta avviando verso la fine del mandato.

Occorre pertanto individuare da subito percorsi politici definiti che, attraverso una maggiore partecipazione e condivisione delle scelte, possano garantire in futuro quella stabilità politica e amministrativa di cui la Città ha urgente bisogno».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Sator ha scritto il 13 agosto 2018 alle 12:59 :

    Anche la Lega ha dei volti non conformi al cambiamento, gente riciclata e pronta a vendersi pur di sedersi in assise; Comunque se farà parte del quadrangolare raccoglierà un pugno di mosche. Da sola credo che vincerà all`arrivo. Rispondi a Sator

  • Maria Noninstupidita ha scritto il 10 agosto 2018 alle 06:50 :

    Anche le pietre ridono e dopo piangono . Lo scenario é dappertutto uguale e chiaro da tempo , il titolo :" Come instupidire l'elettore" . Sarà comico vedere i vecchi volti parlare di progammi nuovi , di assistere ai cambiamenti di casacche ( grande sport ) , dotti candidati del mondo culturale per visibile interesse personale, di organizzatori di festicciuole vino e tarallini , di perfetti incompetenti in lista per far numero , di accordi contro natura , assenza di etica personale . GRANDE SPETTACOLO COMICO ma dopo i paesI continueranno a crepare come da sempre se la scelta dei candidati é sbagliata . Faccio un ritratto negativo ma é la realta' Rispondi a Maria Noninstupidita

  • Nik Forte ha scritto il 10 agosto 2018 alle 06:25 :

    Per vincere contro il nulla? Vi piace farlo facile eeeeh! Rispondi a Nik Forte

  • Mario 62 ha scritto il 09 agosto 2018 alle 17:12 :

    Sinceramente serve più vedere i volti di chi si candida in questi partiti, troppo bello mettiamo insieme 4 liste più aggiungiamo liste civiche così si va avanti indisturbati . Vedremo il programma che presenteranno.. Rispondi a Mario 62

  • Alabartino ha scritto il 09 agosto 2018 alle 16:26 :

    E si, facile ora accodarsi al carro vincente! Mi spiace per Fratelli D’Italia e Noi con Salvini, non hanno capito che potrebbero anche andare da soli! Rispondi a Alabartino

  • Cataldo Strippoli ha scritto il 09 agosto 2018 alle 14:09 :

    Cambi tutto basta che non cambi nulla. Ci ritroveremo con le stesse noiose facce di yes man. Ma sapremo mai dare una svolta a questa cttà omai distrutta? Rispondi a Cataldo Strippoli

  • salvatore di gennaro ha scritto il 09 agosto 2018 alle 12:24 :

    Certo. L'importante è che, eccetto il "nulla assoluto" rappresentato da uno dei quattro partiti, gli altri provengano "tassativamente" da Roma in su. "Io" non mi esalterei di certo nel fare da vassallo per qualcuno che è venuto a "colonizzarmi". Ma la Storia ci insegna che "qui", è stato sempre così... Rispondi a salvatore di gennaro

  • Mario Spadavecchia ha scritto il 09 agosto 2018 alle 11:55 :

    Alle prossime comunali voterò Lega, un partito che sinceramente mi ispirava fiducia e da quando governa è una certezza di buon governo ora, ho potuto notare che Matteo Salvini mantiene ciò che promette e finalmente governa nell'interesse della nazione ! Rispondi a Mario Spadavecchia

    Lo Scrutatore ha scritto il 09 agosto 2018 alle 16:44 :

    Vero! Tipo le accise sulla benzina che avrebbe tolto al primo consiglio dei ministri, ieri ho fatto il pieno con la benzina a 1.30. Rispondi a Lo Scrutatore

    Luigi ha scritto il 09 agosto 2018 alle 15:03 :

    Forse mantiene uscendo da vecchi schemi di politicanti Rispondi a Luigi