mercoledì 25 luglio 2012 Cultura
L'iniziativa è in programma dal 5 al 9 settembre

Libri nel Borgo Antico, le prime anticipazioni

Hanno già confermato la loro presenza scrittori, giornalisti, politici, personaggi dello spettacolo e dello sport

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
libri nel borgo antico bisceglie 2011
libri nel borgo antico bisceglie 2011 © n.c.

In pieno fermento la macchina organizzativa di Libri nel Borgo Antico, rassegna letteraria di rilevanza nazionale che avrà luogo nel suggestivo scenario del centro storico di Bisceglie dal 5 al 9 settembre. Lo rende noto un comunicato diffuso dall'associazione Borgo Antico Bisceglie che cura l'iniziativa.

 

Scrittori, giornalisti, politici, personaggi dello spettacolo e dello sport: tutti autori di successo che si alterneranno nelle piazzette del borgo medievale per presentare le loro ultime fatiche letterarie e confrontarsi con il pubblico presente. Tanti i nomi illustri che hanno già aderito all’iniziativa in attesa che sia stilato il programma definitivo.

Tra questi figura Luca Barisonzi, l’alpino rimasto gravemente ferito a seguito di un agguato subito mentre prestava servizio volontario in Afghanistan nel 2011. Da allora il 21enne caporale di Voghera vive su una sedia a rotelle, paralizzato dalla testa in giù. A Bisceglie presenterà l’opera autobiografica La patria chiamò (edizioni Mursia), curato da Paola Chiesa e dedicato al caporalmaggiore Luca Sanna, ucciso nel medesimo attentato. Il libro racconta la storia di un ragazzo che aveva deciso di arruolarsi nell’esercito perché credeva nell’ideale che caratterizza le missioni di pace: portare la libertà a un popolo oppresso dalla guerra.

 

Altro ospite prestigioso sarà monsignor Giovanni D’Ercole, il vescovo ausiliario dell’Aquila che da anni conduce la rubrica di approfondimento religioso Sulla via di Damasco, in onda su Raidue. Nel 2009, dopo il grave terremoto che colpì l’Abruzzo, si recò con una troupe tra le macerie per portare conforto agli sfollati e testimoniarne il profondo disagio. Il suo ultimo libro si intitola Nulla andrà perduto (edizioni Piemme) e rappresenta un messaggio di fiducia indirizzato ai più giovani per spiegare loro che, così come a L’Aquila è stato importante rimboccarsi le maniche, allo stesso modo in Italia si potrà uscire dalla crisi (economica e spirituale) solo tornando alla solidarietà e impegnandosi a ricostruire.

Di grande impatto sarà anche l’intervento di Alessandro Placidi, giornalista romano con tanta esperienza in tutti i settori dell’informazione (dalla carta stampata a internet, passando per radio e televisione). Da diversi anni segue la politica come free lance per alcune testate radio-televisive. A Libri nel Borgo Antico parlerà di Divise Forate (Sperling & Kupfer), un volume dedicato a diciotto servitori dello Stato, rappresentanti delle forze dell’ordine che hanno perso la vita in servizio. Lo scopo è quello di riaccendere i riflettori sul sacrificio, spesso frettolosamente dimenticato, di uomini caduti nell’intento di difendere le istituzioni.

 

E questo è solo l’inizio. Saranno oltre venti, infatti, gli autori chiamati ad allietare le serate dei visitatori. Senza dimenticare l’ampio spazio riservato agli scrittori emergenti e alle case editrici del territorio, ulteriore motivo di interesse per una manifestazione che promette di replicare il successo delle due edizioni precedenti.

Per maggiori informazioni sul programma e sull'elenco degli ospiti è possibile visitare il sito www.librinelborgoantico.it.

Commenta
{ "items": [{ "data_inizio": "2014/01/02", "data_fine": "2014/01/13", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/onlicom-cornice.jpg", "href_immagine": "http://www.onlicomstaff.com", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#ffffff", "top":"180" }] }