Il fatto

Minacce di morte ai genitori per 300 euro, in arresto un 42enne

S.F., poco dopo essere stato rilasciato dal carcere di Bari, ha incontrato i propri familiari a Corato e li ha aggrediti per farsi consegnare la pensione

Cronaca
Corato mercoledì 13 settembre 2017
di La Redazione
Arresto polizia
Arresto polizia © n.c.

Sabato scorso a Bitonto la polizia di Stato ha arrestato S.F., un uomo di 42 anni già noto alle forze dell’ordine. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica.

L’uomo è ritenuto responsabile del reato di estorsione, commesso ai danni di alcuni suoi familiari per ben due volte nell’arco di poche ore.

In particolare S.F., poco dopo essere stato rilasciato dalla casa circondariale in cui era recluso per reati dello stesso genere, ha incontrato a Corato i propri familiari. Dopo aver rivolto loro minacce di morte e aggressioni fisiche, si è fatto consegnare la pensione, per un ammontare di circa 300 euro.

Il giorno successivo a Bitonto l’uomo ha reiterato la sua condotta violenta nei confronti della madre e della sorella, cercando di estorcerle mille euro. L’intervento tempestivo dei poliziotti del locale commissariato polizia, e la resistenza delle vittime, hanno consentito di fermarlo. Visti i gravi fatti accaduti e della sua pericolosità, S.F. è stato condotto nella casa circondariale di Bari, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • "salvatore di gennaro" ha scritto il 14 settembre 2017 alle 03:54 :

    Il giovane è nato e si è formato in un periodo nel quale la società italiana aveva cominciato già da alcuni anni a scivolare verso il basso, con dei governi incapaci di comprendere ciò che stava succedendo perché tutti presi a fronteggiare, con risultati non incoraggianti, i vari "autunni caldi" susseguitisi fino a qualche anno dopo l'ingresso nell'euro, quando cioè l'Europa, e non più i sindacati, ha cominciato a dettarci le leggi economiche. Assieme alla politica e, di conseguenza, alla scuola, anche la famiglia cominciò a scricchiolare, e molti genitori persero il controllo di ciò che succedeva nel suo seno, assecondando quel lassismo e quel permissivismo dimostratisi poi assai deleteri. Questo giovane, educato probabilmente secondo questi principii, ne è purtroppo un esempio. Rispondi a "salvatore di gennaro"

Le più commentate
Le più lette