Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, soccorsi del 118 arrivati da Corato e guardie giurate dell'Imevi

Rocambolesco incidente sulla Corato-Bisceglie, le immagini

E' accaduto ieri intorno alle 23. Il veicolo si è schiantato contro il muretto a secco realizzato di recente in vista dell'allargamento della carreggiata e si è ribaltato

Cronaca
Corato mercoledì 23 marzo 2016
di La Redazione
Incidente sulla Corato-Bisceglie © CoratoLive.it

Intorno alle 23 di ieri sera si è verificato l'ennesimo incidente sulla provinciale Corato-Bisceglie. 

Il conducente di una Ford Ka ha perso il controllo dell'auto mentre viaggiava verso Bisceglie. Il veicolo si è schiantato contro il muretto a secco realizzato di recente in vista dell'allargamento della carreggiata e si è ribaltato.

Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, soccorsi del 118 arrivati da Corato e guardie giurate dell'Imevi.

Al momento le condizioni di salute del conducenti non appaiono particolarmente preoccupanti.

Lascia il tuo commento
I commenti degli utenti
  • francesco sokome ha scritto il 23 marzo 2016 alle 07:26 :

    Quei muretti a secco li vedo veramente male: ora hanno allargato la strada, mantenendo le due corsie con il doppio senso di marcia, quindi molti intelligentoni si sentiranno in dovere di andare più veloce. Poi avranno fatto pure i muretti a secco che sono carini e bellini, probabilmente sotto volere dei proprietari, ma con quell’altezza, il ribaltamento è assicurato. Tutto sto lavoro per rendere questa strada più sicura andrà ai pesci Rispondi a francesco sokome

  • Maurizio Quinto ha scritto il 23 marzo 2016 alle 12:48 :

    Bisogna solamente rispettare i limiti di velocità .........sopratutto in presenza di cantiere. Rispondi a Maurizio Quinto

    Prof Maurizio Quinto ha scritto il 15 aprile 2016 alle 21:08 :

    Si precisa che i commenti a nome di "Maurizio Quinto" postati in questo ed negli altri articoli di questa testata giornalistica non sono stati scritti dal Prof. Maurizio Quinto, docente presso l’Università degli Studi di Foggia. Rispondi a Prof Maurizio Quinto

Le più commentate
Le più lette