lunedì 30 luglio 2012 Cronaca
Continua senza sosta l'azione antidroga della Polizia di Stato

Spacciava marijuana dalla finestra della cantina di casa, arrestato diciottenne coratino

All'interno della cantina sono state ritrovati 20 grammi di marijuana già pronti per lo spaccio, nel classico formato delle cipolline da 2 grammi

Segnala questa notizia ai tuoi amici con una email
A:
Da:
Messaggio:
Cipolline di marijuana
Cipolline di marijuana © n.c.

Ancora un arresto tra i giovani coratini.

Questa volta si tratta di un ragazzo, diciottenne da pochissimi giorni, colto in flagranza di reato mentre spacciava marijuana dalla finestrella della sua cantina.

All'interno della cantina sono state ritrovati 20 grammi di marijuana già pronti per lo spaccio, nel classico formato delle cipolline da 2 grammi.

Ad eseguire l'arresto sono stati alcuni agenti di Polizia del Commissariato coratino.

Nel primissimo pomeriggio di venerdì, ben mimetizzati nelle macchine di copertura, gli agenti hanno assistito all'usuale pratica messa in atto dal giovane commerciante di droga e dai suoi fedele acquirenti. Teatro della vicenda è un'abitazione situata nei pressi del commissariato di Polizia.

Lo spaccio avveniva tramite la finestra di una piccola cantina sottostante all'abitazione della famiglia del ragazzo. Gli acquirenti, allertato lo spacciatore con un fischio, lanciavano il denaro all'interno della finestra. Dalla sua abitazione il giovane controllava che fosse tutto in ordine e prontamente lanciava all'esterno le cipolline di marijuana.

All'oscuro di tutto, i genitori del ragazzo si sono ritrovati con gli agenti di polizia in casa. Il ragazzo, intimorito dai cani, non ha esitato a consegnare immediatamente la droga in suo possesso.

Lo spacciatore, attualmente agli arresti presso il carcere di Trani, era già noto alle forze dell'ordine. Aveva a suo carico  già tre segnalazioni ricevute quando ancora era minorenne. Considerati i precedenti e la dinamica dell'arresto, si attende la condanna per direttissima.

Determinanti, anche in questa circostanza, le unità cinofile che da giorni stanno rastrellando la nostra città.

I clienti dello spacciatore, immediatamente raggiunti dai cani poliziotto, non hanno esitato ad estrarre i pochi grammi acquistati e nascosti all'interno dei loro indumenti intimi. Visti i quantitativi, nel loro caso si trattava di uso personale.

Commenta
1 Commento
il 30 luglio 2012 alle 09:22
Guido La Vespa
Visto che siamo in tema immagino che al posto di qualche anno di carcere il giovane imprenditore si beccherà la medaglia d’oro per il quarto arresto.
{ "items": [{ "data_inizio": "2014/01/02", "data_fine": "2014/01/13", "immagine": "http://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/onlicom-cornice.jpg", "href_immagine": "http://www.onlicomstaff.com", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#ffffff", "top":"180" }] }