Il Forum dei giovani del Comune di Corato ha partecipato alla presentazione del Bando Pin insieme agli assessori Mara Zezza, Giulia Tandoi e Luigi Musci

Nuovo bando per le start-up giovanili, il Forum alla Regione: «Non siano meteore»

«Chiedo di aprire un tavolo con il Forum per studiare insieme nuovi strumenti per il sostegno e l’innesto di un meccanismo di sviluppo» ha detto il presidente Menduni

Attualità
Corato martedì 05 luglio 2016
di La Redazione
Zaza, Piemontese, Tandoi e Menduni © n.c.

Il Forum dei giovani del Comune di Corato ha partecipato alla presentazione del Bando Pin insieme agli assessori Mara Zezza (istruzione e alle politiche giovanili), Giulia Tandoi (attuazione del programma e reperimento fondi) e Luigi Musci (lavori pubblici).

Ad illustrare il bando nella sede dell’Anci Puglia è stato Raffaele Piemontese, assessore al bilancio e alle politiche giovanili della Regione. Presente al tavolo di presentazione anche il sindaco Massimo Mazzilli in qualità di referente finanza locale di Anci Puglia, insieme al presidente Anci giovani Puglia Gianluca Vurchio.

Il presidente del Forum, Luigi Menduni - di intesa con il presidente del Forum dei giovani di Puglia Andrea Barchetta - è intervenuto proponendo all'assessore regionale di convocare il Forum regionale per condividere prossimi bandi e strumenti di sostegno per le start-up giovanili già esistenti e che hanno bisogno di essere accompagnate per superare la giungla fiscale e burocratica per diventare imprese solide.

Menduni ha evidenziato che «nonostante gli incoraggianti strumenti messi in campo per avviare start-up, queste giovani e fragili realtà rimangono sole nella fase di consolidamento: non vogliamo che queste bellissime iniziative imprenditoriali di tanti giovani pugliesi rimangano solo belle meteore. Puntiamo a vere storie di crescita per il territorio.

Per questo chiedo di aprire un tavolo con il Forum per studiare insieme nuovi strumenti per il sostegno e l’innesto di un meccanismo di sviluppo, altrimenti continueremo ad alimentare il numero delle valigie dei giovani pugliesi che hanno tentato e sono fuggiti via delusi perché lasciati soli a combattere questa sfida».

Piemontese ha accolto positivamente la proposta, avallata in sede anche dal Sindaco Mazzilli, ponendo l’obiettivo di organizzare una prima convocazione del Forum dei Giovani di Puglia nelle prossime settimane. Prima di andare via i coratini si sono trattenuti con Piemontese per valutare prospettive di intesa e sviluppo anche rispetto al Progetto Made.in.

Pugliesi Innovativi (Pin), è il programma finanziato con risorse del "Fondo per lo Sviluppo e la Coesione" e del Po Puglia 2014/2020.
Si rivolge ai giovani che intendono realizzare progetti imprenditoriali innovativi, ad alto potenziale di sviluppo locale. Prevista dotazione finanziaria di 10 mln di euro, 8 dei quali destinati al finanziamento di progetto e 2 ai servizi di affiancamento e rafforzamento delle competenze.

La misura è finalizzata a supportare la sperimentazione e realizzazione di progetti a vocazione imprenditoriale nei settori dell'Innovazione culturale (valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico; turismo; sviluppo sostenibile), dell' Innovazione tecnologica (innovazioni di prodotto e di processo, economia digitale, sviluppo di nuove tecnologie) e dell'Innovazione sociale (servizi per favorire l'inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita, l'utilizzo di beni comuni).

I bandi partiranno dal 1 settembre, il finanziamento viene erogato a sportello, attraverso una procedura telematica da effettuare sul portale pingiovani.regione.puglia.it; il contributo finanziario a fondo perduto varia da 10mila a 30mila euro a progetto. Per accedere al finanziamento i gruppi informali, formati da almeno due giovani residenti in Puglia di età compresa tra 18 e 35 anni, dovranno costituirsi in soggetto giuridico iscritto al Registro delle Imprese.

Altre due iniziative
Potenziamento funzionale e strumentale dei Laboratori Urbani rivolta ai Comuni proprietari di uno o più immobili abbandonati, destinati a Laboratorio Urbano giovanile. Dotazione finanziaria 7 mln di euro.

Al bando hanno concorso 87 Comuni (sui 145 proprietari di uno o più immobili adibiti Laboratorio Urbano giovanile). L’obiettivo: potenziare spazi esistenti, certificare i Laboratori Urbani di qualità quanto ad accessibilità, vitalità, sostenibilità economica e vocazione all’inclusione sociale.

Rinnovamento dell'impiantistica sportiva e specificatamente i mutui a tasso zero per gli impianti sportivi. Anci Puglia nel 2014 aveva siglato una intesa con il Coni e l’Istituto per il Credito Sportivo per promuovere nei Comuni le agevolazioni previste dal progetto nazionale "1000 cantieri per lo Sport".

Nei giorni scorsi, anche la Regione ha firmato una intesa che prevede un “tasso zero” per i finanziamenti fino a 500mila euro erogati dal Credito Sportivo. La Regione coprirà con propri fondi la quota relativa agli interessi. Le agevolazioni sono destinate a Comuni, parrocchie, oratori e società sportive che avessero la necessità di rinnovare, ristrutturare, mettere a norma e realizzare impianti.

Il commento del senatore Luigi Perrone, presidente Anci Puglia
«Sosteniamo il bando Pugliesi Innovativi e le altre iniziative, certi che anche in questo settore la sinergia Anci-Regione sia fondamentale e imprescindibile. Anci è ​da sempre attenta alle tematiche che riguardano i giovani: siamo ente di Servizio Civile di seconda classe e dal 2009 ad oggi abbiamo impegnato 200 volontari in 30 progetti realizzati nei Comuni partner.

Nel 2015 abbiamo assegnato 50 borse di studio ad altrettanti giovani laureati pugliesi, per un esperienza di tre mesi in Europa in aziende operanti nel settore energia e ambiente. ​

Abbiamo realizzato un progetto di Garanzia giovani "Informa Ambiente" nel 2015 e siamo coinvolti in una ATS ​nel progetto Neetworkpuglia​.​

Nostro intento è proseguire su questa strada favorendo lo sviluppo delle politiche giovanili sul territorio e dove possibile fornendo opportunità, per un inserimento “strategico” di nuove e giovani risorse all'interno dei Comuni​.

Vi è anche un altro aspetto che va sottolineato sul versante delle amministrazioni comunali​: ​la forte capacità di ricambio generazionale dei Comuni, con molti giovani che scelgono la sfida e la responsabilità ​impegnandosi, in prima linea per le proprie comunità».

L’opinione del sindaco Massimo Mazzilli, referente finanza locale Anci Puglia
«Si consolida il legame operativo tra Anci e Regione, la concertazione sistematica consente di snellire procedure, rimuovere ostacoli, favorendo in questo caso, la diffusione e l'accesso a queste opportunità per i nostri giovani.

Importante anche il movimento generato dal bando sui laboratori urbani, a tal proposito chiediamo formalmente alla Regione la riapertura dei termini del bando scaduto lo scorso 16 maggio, per consentire ai Comuni esclusi per vizi formali, di poter fruire di una seconda opportunità.

In futuro auspichiamo un rifinanziamento della misura a beneficio di tutti i Comuni proprietari di immobili abbandonati destinati a laboratori urbani.

Pregevole anche l'agevolazione dei mutui a tasso zero per l'impiantistica sportiva; la formula è interessante, ma i Comuni, prima devono verificare la propria capacità di indebitamento, quindi la sostenibilità degli interventi e la compatibilità con i vincoli di finanza pubblica. A tal proposito stiamo lavorando con la Regione sui patti di solidarietà finanziaria, orizzontale e verticale».

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette