Il presidente eletto dai promotori dell'iniziativa è la coratina Concetta Abbate, mentre la portavoce è Rosa Avella

Per difendere l’ospedale nasce il comitato “Pro salute”: «Chiediamo urgente incontro con i sindaci»

Il Comitato ha chiesto con urgenza un incontro con i sindaci perché lunedì 14 marzo è prevista una riunione della Giunta Regionale in cui si discuteranno eventuali modifiche al Piano

Attualità
Corato giovedì 10 marzo 2016
di La Redazione
Una stanza del reparto di cardiologia
Una stanza del reparto di cardiologia © n.c.

Dal gruppo facebook “Comitato cittadini No alla Chiusura delle strutture sanitarie del nord barese” nasce il comitato “Pro Salute”. L’obiettivo è sempre quello: la «difesa delle strutture sanitarie del nord barese».

Il Comitato è nato «dopo la risposta positiva riscontrata sulla rete, oltre ogni previsione. Si sono totalizzati oltre 10mila contatti in poco più di 24 ore. La mobilitazione dei cittadini di Corato, Ruvo, Terlizzi e Molfetta è stata immediata: hanno raccolto migliaia e migliaia di firme. Il tema del Piano di Riordino Ospedaliero Regionale deliberato dalla Regione Puglia il 29 febbraio 2016 è stato portato all’attenzione di tutti» scrivono dal Comitato. 

Il presidente eletto dai promotori dell'iniziativa è la coratina Concetta Abbate, mentre la portavoce è Rosa Avella.

Nella mattinata di oggi sono state protocollate le comunicazioni ai sindaci di Corato, Ruvo di Puglia, Terlizzi e Molfetta.  Appena costituito, il Comitato ha chiesto con urgenza un incontro con i sindaci. La volontà è quella di «sottoporre loro delle proposte operative ed individuare un percorso condiviso con i cittadini del territorio che porti ad una rimodulazione del Piano di Riordino per quanto attiene ai nostri ambiti territoriali».

«L’urgenza - concludono - nasce dal fatto che lunedì 14 marzo è prevista una riunione della Giunta Regionale in cui si discuteranno eventuali modifiche al Piano».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Rinaldo VENTURA ha scritto il 12 marzo 2016 alle 19:02 :

    E’ una vera vergogna chiudere dei reparti di eccellenza che abbiamo presso l’Ospedale di Corato.A tal riguardo vorrei ricordare che presso lo stesso Ospedale sono stati spesi soldi pubblici per creare il reparto di cardiologia.Sono stati comprati letti, macchinari di nuova generazione, manca solo l’inaugurazione del Reparto.A malincuore le mie conclusioni sono che hai nostri politici della salute della gente non importa proprio un bel niente, tanto loro non pagano il ticket per prestazioni come paghiamo noi cittadini , non fanno le file hai C.U.P.Se l’intenzione e’ quella di risparmiare i costi della Sanità’ perche’ il presidente della Regione e company non si riducono lo stipendio, rinunciano hai vitalizi insomma stringono anche loro la cinghia dei pantaloni visto che le cinghie della gente ormai e’ arrivata all’ultimo buco invece di speculare sulla salute della povera gente?. Rispondi a Rinaldo VENTURA

Le più commentate
Le più lette