Un laboratorio aperto nel quale il jazz, l'improvvisazione, il rock e le banane sono gli ingredienti di una musica originale e ricca di impreviste soluzioni

“Free Walking Trio”, domani l’ultimo appuntamento estivo per “neXt”

Domani alle 21 si ritorna nel cuore del centro storico, in larghetto Mastrosanto, per la chiusura di questa sperimentazione musicale patrocinata dall’assessorato alla cultura

Attualità
Corato mercoledì 19 agosto 2015
di La Redazione
Free Walking Trio
Free Walking Trio © n.c.

Con "Free Walking Trio" è arrivato il momento dell'ultima serata di “nExt”, l’avventura estiva nata dalla proposta dei giovani Simone De Venuto e Martino Tempesta, oranizzata e promossa dal Forum dei Giovani con l’associazione culturale “Civiltà Creativa”.

Per la chiusura di questa sperimentazione musicale - patrocinata dall’assessorato alla cultura del Comune di Corato - domani alle 21 si ritorna nel cuore del centro storico, in larghetto Mastrosanto.

«E’ stato un grande piacere sostenere come assessorato alla cultura una rassegna estiva di “nExt”, un progetto autorigenerante nelle idee e nella creatività musicale» sottolinea il vicesindaco Francesco Scaringella. «Con un pizzico di orgoglio per la mia generazione e per chi è più piccolo di noi, possiamo dire che “nExt” è la dimostrazione ancora più chiara che Cultura possa far rima anche con Giovane» aggiunge.

«"nExt" ha dimostrato come la cultura musicale possa essere colta in ogni luogo, anche tra le pietre di un centro storico. E’ una scommessa vinta dai giovani - commenta il presidente del Forum Luigi Menduni - e fatta di sperimentazione. Siamo lieti di festeggiare questa mini stagione estiva che con il Forum abbiamo voluto e supportato. Vedremo cosa ci regalerà “nExt”... appunto il prossimo, il futuro».

"Free Walking Trio" è il frutto dell'intesa nata nelle aule del conservatorio “Nino Rota” di Monopoli tra Michele Ciccimarra (batteria), Giovanni Cristino (synth) e Giuliano Vozella (chitarra). Un progetto di condivisione di proposte compositive e suggestioni dell'improvvisazione: il gruppo è un laboratorio aperto nel quale il jazz, l'improvvisazione, il rock e le banane sono gli ingredienti di una musica originale e ricca di impreviste soluzioni.

A partire da maggio 2014 il trio diventa quartetto con il chitarrista Giuseppe Pascucci proseguendo sulla via della ricerca del sound ed incrementando il potenziale di potassio esprimibile. Ciascuno con il proprio background contribuisce alla ricchezza del suono d'insieme riportando nel confronto quanto appreso al di fuori del percorso comune "Il nostro genere è inequivocabilmente banana music”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette