Venerdì 10 aprile alle 21 il film sarà proiettato all’Elia alla presenza di alcuni attori del cast

Ameluk arriva nelle sale, venerdì la proiezione all’Elia

Tra i protagonisti dell'opera prima di Mimmo Mancini c’è l’attrice coratina Claudia Lerro

Attualità
Corato lunedì 06 aprile 2015
di La Redazione
Ameluk
Ameluk © Mimmo Ciocia

Fa tappa a Corato il tour di presentazione di Ameluk, opera prima da regista dell’attore Mimmo Mancini in cui tra i protagonisti c’è l’attrice coratina Claudia Lerro. Venerdì 10 aprile alle 21 il film sarà proiettato all’Elia alla presenza di alcuni attori del cast.

Mercoledì alle 11 invece, il Cineporto di Bari ospiterà la conferenza stampa del film commedia Ameluk mentre per la proiezione alle 19 si apriranno le porte del Cinema Coviello di Bitonto. Da giovedì 9 aprile Ameluk arriverà nelle sale.

All’incontro a Bari, con il regista, interverranno gli attori Mehdi Mahdloo Torkaman (che interpreta il protagonista Jusuf Abdugali alias Ameluk), Dante Marmone (è Gigi detto “Arafat"), Claudia Lerro (nel ruolo di Maria Scalise in Abdugali), Francesca Giaccari, Nadia Kibout, Andrea Leonetti, Massimo Bagnasco, Cristian Farano e Teodosio Barresi; il direttore della Draka Corrado Azzollini, Michele Abbaticchio e Rino Rocco Mangini (Sindaco e assessore al marketing territoriale di Bitonto) e Massimo Modugno di Apulia film commission.

Nel cast - composto da molti attori pugliesi - ci sono anche Roberto Nobile (è il Parroco Don Nicola), Cosimo Cinieri (Professor Ferrara, padre di Rita), Paolo Sassanelli, Michele Di Virgilio, Maurizio Della Valle, Miloud Mourad Benamara, Luigi Angiuli, Pascal Zullino, Hedy Krissane, Tiziana Schiavarelli, Helena Converso, Alberto Testone e l’amichevole partecipazione di Rosanna Banfi.

«Parla di integrazione e immigrazione per combattere i pregiudizi e i razzismi religiosi. Narra di un giovane musulmano immigrato in un paesino pugliese che, suo malgrado, si ritrova a dover interpretare prima Cristo nella via Crucis, poi il candidato sindaco alle elezioni locali. Commedia dal tono leggero, ma con momenti profondi, toccanti e drammatici, il film corale prova ad affrontare un tema universale come il confronto-scontro tra fedi e culture diverse» spiega Mancini.

Il lungometraggio, sceneggiato insieme a Carlo Dellonte, è stato girato a giugno e luglio 2013 a Mariotto, con scene riprese in tre luoghi cari all’Imperatore Federico II di Svevia: Castel del Monte e le Cattedrali di Ruvo di Puglia di Bitonto e con un ciak anche a Trani. Prodotto da Luigi Ricci, Andra Mattei per Rm consulting e da Barbara Sperindei, con il sostegno del Mibact, di Apulia film commission, con il Patrocinio del Comune di Bitonto e con la collaborazione di Comma3.

Il film, proiettato in Anteprima Nazionale a Mola di Bari il 31 Luglio 2014, e poi presentato il 12 settembre all’Otranto film festival, ha vinto il Gran Premio «Nello spirito della Fede» alla XVII edizione del festival internazionale Religion Today a Trento. Ora la distribuzione è assicurata da Flavia Entertainment in collaborazione con Draka Distribution.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • fiorenzospina ha scritto il 06 aprile 2015 alle 21:18 :

    vilipendio! lo saracino veste il saio de lo nostro Signore Gesù Cristo inviece che finir sotto lo zweihänder dello crociato cristiano. lo imprimatur papale vieta et censura tali eresie. Si faccia rogo di questa profana pellicola Rispondi a fiorenzospina

Le più commentate
Le più lette