Dopo la non candidatura al Senato imposta da Forza Italia

Azzollini: «Sono amareggiato, è mancata la lealtà». La videointervista

L'intervista al senatore. "L'appoggio a Carmela Minuto? Valuterò nei prossimi giorni. Ma non dica bugie e presenti un programma. Al momento il mio giudizio è negativo"

Politica
Corato giovedì 01 febbraio 2018
di La Redazione
L'intervista al senatore Antonio Azzollini
L'intervista al senatore Antonio Azzollini © molfettalive.it

È la situazione politica più calda del momento. Antonio Azzollini fuori dai giochi per la candidatura a senatore della Repubblica. L’abbiamo incontrato questa mattina nel suo studio legale e non ha lesinato critiche soprattutto al metodo delle scelte dei candidati.

Una contestazione in tutta franchezza, ma anche la voglia di reagire e di continuare a battersi politicamente.

“La decisioni di non candidarmi - ha detto - è maturata un solo giorno, in un solo momento. A Roma mi si diceva, da parte del coordinatore regionale e del capogruppo al Senato, che sarei stato candidato al collegio uninominale Puglia 2 (Altamura). Non era facilissimo, ma avevo accettato con passione e convinzione. Improvvisamente terzi mi hanno comunicato che non ero candidato ma che invece lo era Carmela Minuto. Ho chiesto spiegazioni e nessuno dei due mi ha più risposto al telefono da quel momento. È successo il giovedì 25, giorno in cui si era chiuso il tavolo di coalizione.

La spiegazione? Me la sono data quando ho letto le liste. Ho la sensazione che siano state fatte con metodiche da corte premoderna. La presenza in più collegi, in posizioni tali da favorire qualche altro, lo sradicamento della candidature dai territori mi sono parse appartenere a logiche a mio avviso non comprensibili. Tutto ciò contraddice in modo eclatante lo spirito del presidente Berlusconi”.

“Non mi sento tradito - ha concluso - ma amareggiato. Sul piano umano mi è mancato il tratto di lealtà che deve contraddistingue sempre chi sta dalla stessa parte. In questa campagna elettorale è stata trascurata la trasparenza dei metodi e delle scelte. Supporto a Carmela Minuto? Sono ancora in fase di riflessione, valuterò anche il comportamento della candidata, che finora è stato sconveniente, avendo detto bugie e di non sapere perché sia stata scelta. Così si aliena anche le residue volontà di contribuire alla campagna elettorale. Ma non mi lascio tentare dalle emozioni, mi auguro che mi spieghi il suo programma, per il suo territorio. Al momento posso dare solo un giudizio negativo".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • gioacchino tricarico ha scritto il 03 febbraio 2018 alle 08:12 :

    però...se lo hanno messo in un angolo anche nel suo partito, dove ha militato da leone...adesso, visto e sentito così , fa quasi tenerezza... è proprio vero, come diceva Formica , la politica è sangue e m****... Rispondi a gioacchino tricarico

    M.G ha scritto il 03 febbraio 2018 alle 16:29 :

    Mi dispiace per i fans che il senatore ha qui in città Rispondi a M.G

  • salvatore di gennaro ha scritto il 02 febbraio 2018 alle 07:29 :

    ...considerando l'indubbio acume della Redazione non ho capito se quest'articolo, un vero panegirico alla coerenza, al non attaccamento alla poltrona e alla stretta ed ossequiosa osservanza delle decisioni di partito, sia serio o volutamente studiato... Rispondi a salvatore di gennaro

    Amedeo Strippoli ha scritto il 02 febbraio 2018 alle 09:51 :

    Esimio, propenderei per la seconda ipotesi, visto e considerato la personalità elusiva ed enigmatica(oserei dire) del ex Senatore. Certo non è un esempio da addurre alle nuove generazioni in fatto di coerenza, anche se è legittimo in politica cambiare idea. Vds Salvini che da secessionista è diventato nazionalista, Veltroni, D'Alema ed altri da comunisti sono diventati democratici, Casini da essere il portaborse di Forlani(DC) è diventato ad un tratto di centrosinistra, etc. Però, tutto sommato non hanno fatto dei grossi cambiamenti di ideali. Ma, che un politico si possa spostare dall'estrema sinistra al centrodestra, è un caso raro, spero.... . Sig. Salvatore il mio ottimismo incomincia a vacillare. Cordialmente Rispondi a Amedeo Strippoli

  • Amedeo Strippoli ha scritto il 01 febbraio 2018 alle 18:20 :

    Un grande esempio di coerenza per il giovani parlamentari e non, passare dall'ultra sinistra a Forza Italia. Senza offesa per chi vota Forza Italia e sinistra indipendente. Questa notizia mi ha profondamente sconfortato. Rispondi a Amedeo Strippoli

  • Alla Prossima ha scritto il 01 febbraio 2018 alle 17:16 :

    Perbacco che curriculum vitae : Partito politico Forza Italia (Dal 2016) In precedenza: Partito di Unità Proletaria (1972-1974) Democrazia Proletaria (1974-1978) Partito Comunista Italiano (1978-1991) Partito Democratico della Sinistra (1991-1994) Partito Popolare Italiano (1994-1995) Forza Italia (1995-2009) Il Popolo della Libertà (2009-2013) Nuovo Centrodestra (2013-2016) Professione Avvocato Rispondi a Alla Prossima

  • Cittadino a 6 zampe ha scritto il 01 febbraio 2018 alle 16:27 :

    Ke peccato appena 5 legislature Rispondi a Cittadino a 6 zampe