Danze etniche internazionali e del sud Italia - X edizione

Abracadanze Corato LiveYou - Spettacolo
Corato - martedì 26 settembre 2017
Danze etniche internazionali e del sud Italia - X edizione

Decima edizione per il corso di danze popolari internazionali e del sud Italia organizzato dall'Associazione culturale Abracadanze!!!

Gli incontri si terranno ogni venerdì a partire dal 6 Ottobre (e sino al 15 Dicembre) dalle 19 alle 21 presso l'Auditorium del plesso Imbriani, dell'Istituto Comprensivo "Imbriani-Piccarreta" .
Guidati dall’ insegnante Marisa Mastrototaro continueremo a viaggiare nei paesi del Mediteranneo, dell'est Europa e anche d'oltreoceano (Francia, Inghilterra, Spagna, Portogallo, America, Russia, Turchia, Grecia, Romania, Macedonia, Bulgaria, Albania, Croazia, Armenia etc...
Un lungo viaggio in cui non mancheranno approfondimenti sulle danze del nostro sud per cui non dimenticate fazzoletti e castagnette perchè si danzeranno anche tarantelle, pizziche, tammurriate e quadriglie...

Il corso è come sempre strutturato in 3 moduli da 10 lezioni settimanli.
In quest'anno "scolastico", una lezione di ogni modulo sarà arricchita dalla presenza di esperti esterni che ci trasmetteranno le danze dei loro paesi d'origine. Siete curiosi di scoprire dove ci condurranno? Allora..

VENITE A TROVARCI VENERDÌ 6 OTTOBRE PER INIZIARE INSIEME QUESTO VIAGGIO DANZANTE!

Per qualsiasi informazione potete inviare un messaggio fb alla pagina Abracadanze Corato, potete scrivere al nostro indirizzo di posta elettronica abracadanze@hotmail.com oppure telefonare a:
- 3687474750
- 3335602639
- 3475825214

PERCHE' LE DANZE ETNICHE?

La danza etnica rappresenta una delle tante forme espressive di un popolo, è portatrice di simboli delle culture che l'hanno prodotta, per cui danzare significa scoprire a ritmo di musica un popolo, la sua storia, le feste, le tradizioni. Le danze popolari venivano in genere eseguite per allietare momenti legati al lavoro delle comunità, specialmente quelle contadine, quando si terminavano le semine, i raccolti, le vendemmie oppure in occasione di speciali avvenimenti come nascite, matrimoni, feste religiose, patronali, pagane. La danza assumeva quindi il significato del momento in cui veniva eseguita per cui poteva essere una danza rituale, di preghiera, terapeutica o semplicemente ricreativo-sociale in cui l'unico scopo era incontrarsi, conoscersi e favorire la socializzazione nella comunità. E' stata quindi un'espressione vera della gente comune, di quella più povera e forse anche per questo buona parte di questo patrimonio è scomparso e non è arrivato fino ai nostri giorni.
Particolare importanza riveste la più antica e diffusa forma di danza, quella in cerchio che permette al danzatore di sentirsi parte di un tutt'uno, di una comunità appunto, oltre al significato più ancestrale di un ciclo senza inizio e senza fine in cui tenendosi per mano l'energia che ci si trasmette rimane racchiusa al suo interno.

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti