Stagione concertistica associazione Amici della musica

Sesta stagione concertistica "Amici della musica"

Ruvo di Puglia
il 10 febbraio 2018 alle ore 19:30

Protagonista sarà il flauto solista del maestro Michele Gravino, accompagnato dal trio d'archi composto da Alessandro Fiore al violino, Vincenzo Anselmi alla viola e Francesco Tanzi al violoncello

Indirizzo Largo Cattedrale

Sesta stagione concertistica "Amici della musica"
Vittorio Lima © Vittorio Lima

L'associazione "Amici della musica", con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Ruvo di Puglia e in collaborazione con la parrocchia Cattedrale, invita la cittadinanza al secondo appuntamento della sua sesta stagione concertistica, dedicato al flauto in formazione da camera.

Il flauto solista del maestro Michele Gravino sarà accompagnato dal trio d'archi "Amici della musica": Alessandro Fiore al violino, Vincenzo Anselmi alla viola e Francesco Tanzi al violoncello.

Con un repertorio assai interessante, che spazierà dai quartetti di Mozart, alle danze rumene di Bartòk, passando per Donizetti e Giorgetti, il pubblico sarà accompagnato in un viaggio musicale fatto di note e aneddoti caratteristici, grazie alla guida all'ascolto del maestro Gravino.
L'appuntamento è per sabato prossimo, 10 febbraio, alle 19.30 in Cattedrale.

Michele Gravino

Michele Gravino nasce nel 1993. Studia nel conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia con il maestro Antonio Amenduni, con il quale nel 2014 consegue la Laurea di I livello con lode e nel 2016 la Laurea Magistrale indirizzo concertistico con una menzione speciale e la proposta di pubblicazione di parti della tesi. Consegue inoltre il diploma di Primo premio all’unanimità del corso triennale di Alto perfezionamento dell’Accademia nazionale del flauto di Roma.

Ha partecipato in qualità di allievo a numerose masterclass e a corsi internazionali di perfezionamento con flautisti e concertisti di chiara fama quali Peter-Lukas Graf, Andrea Manco, Michele Marasco, Maurizio Simeoli, Christina Fassbender e Davide Formisano. Ha studiato direzione d’orchestra con Marco Angius e Pablo Varela, e composizione con Lucio Gregoretti.

Nel dicembre 2015 ha debuttato come solista con il Concerto in Mi minore di François Devienne al teatro “Giordano” di Foggia nella rassegna Musica nelle Corti di Capitanata, mentre nel luglio del 2017 ha eseguito con l’Orchestra Sinfonica di Foggia la Sonata di Poulenc-Berkeley. Sempre lo scorso anno, ha studiato con il maestro Patrick Gallois nell’Accademia Chigiana di Siena.

Ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari e l’Orchestra Sinfonica di Foggia, sotto la direzione di nomi quali Giuseppe Grazioli, Bruno Aprea, Marco Frisina, Luigi Piovano, Domenico Nordio, Marco Angius e Pablo Varela.
Ha diretto in diverse occasioni l’ Ensemble di flauti del Conservatorio “Giordano”.

Ha vinto e si è classificato nelle prime posizioni in diversi concorsi nazionali e internazioni.
Particolarmente interessato all’analisi musicale e filologica, suoi studi sono stati pubblicati su ”I quaderni di Capitanata”.
Ha suonato nell’Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani, con la quale ha effettuato tournèe in Italia e all’estero e registrazioni live per Rai e Radio Belgrado, suonando in prestigiose sale sotto la direzione di nomi quali Giuseppe Grazioli e Bruno Aprea.

Attualmente frequenta il corso di alto perfezionamento nell’Accademia Santa Cecilia di Roma con il maestro Andrea Oliva e il biennio specialistico indirizzo cameristico nel Conservatorio di Foggia.

Dal 2013 è docente di flauto per l’associazione di cultura musicale “Santa Cecilia” di San Marco in Lamis, in provincia di Foggia.